Nuova linea elettrica in provincia di Foggia. “Terna” investirà in Puglia 419 milioni

Nei prossimi cinque anni previsti interventi di sviluppo, manutenzione e rinnovo delle infrastrutture

Entra in esercizio il nuovo collegamento in cavo interrato a 150 kV, realizzato da Terna, che collega la stazione elettrica di Piscioli nel comune di Candela, alla stazione elettrica di Valle, nel comune di Ascoli Satriano. La nuova linea, lunga 11 km e costruita in soli 11 mesi, è utile per lo smistamento dell’energia rinnovabile prodotta dagli impianti presenti nell’area. La Puglia, infatti, con oltre 2500 MW, è al primo posto in Italia per potenza eolica installata, di cui buona parte proprio in provincia di Foggia. La nuova linea, per la quale Terna ha investito 10 milioni di euro, è caratterizzata dall’utilizzo di tecnologie innovative di ultima generazione che permettono il monitoraggio da remoto, consentendo così di prevenire e individuare eventuali guasti in modo più efficace rispetto alla tecnologia tradizionale.

Nei prossimi cinque anni Terna investirà in Puglia 419 milioni di euro per interventi di sviluppo, manutenzione e rinnovo delle infrastrutture. Tra i principali interventi previsti, l’elettrodotto Bisaccia-Deliceto che migliorerà il livello di magliatura della rete elettrica nelle aree tra Campania e Puglia, l’elettrodotto Foggia-Gissi che costituirà il raddoppio della dorsale medio adriatica riducendo le congestioni di rete da Sud a Nord, oltre a numerosi interventi di rinnovo degli asset esistenti.