Vieste, il bresciano Vittorio Oliva vince la tappa Iron Bike. Oltre 200 ciclisti sul Gargano

La maglia di leader della generale torna sulle spalle dell’under 23 pugliese Girolamo Ceci, che la strappa a Gianfranco Bongermino

Una finestra di cielo sereno, in una primavera mai iniziata, ha accolto a Vieste i 200 ciclisti che ieri si sono dati battaglia per la sesta Mediofondo in mountain bike del Gargano. Con partenza e arrivo sulla spiaggia di San Lorenzo (Baia degli Aranci) e il transito dal maestoso Pizzomunno, i biker hanno affrontato un percorso di 51 km salendo prima verso il Monte Iacotenente, agli 860 metri della Foresta Umbra, e poi scendendo velocemente verso il mare su sentieri resi impegnativi delle piogge di maggio. La gara, valida come settima tappa dell’Iron Bike 2019 e organizzata dal team Eurobike di Corato, è stata vinta dal professionista bresciano Vittorio Oliva (Carbon Hubo). La maglia di leader della generale torna sulle spalle dell’under 23 pugliese Girolamo Ceci, che l’ha strappata a Gianfranco Bongermino.

Bagarre sin dallo start presso la base logistica dell’hotel “I Melograni-villaggio Baia degli Aranci”: il rinvio della tappa di Gravina ha infatti reso impazienti di gareggiare i biker, che hanno trovato pane per i loro denti su un percorso completo sotto tutti gli aspetti tecnici. Dal punto di vista agonistico è da registrare il lungo forcing attuatore dal bresciano Vittorio oliva sulla prima salita che scollina va in località paradiso selvaggio prima di immettersi nel cuore della foresta umbra. Sulla strada bianca oliva ha preso il largo su un drappello formato dai protagonisti della Iron bike come Gianfranco Bongermino, Mino Ceci, Giacomo Scardigno e Giuseppe Belgiovine, imprimendo alla corsa un ritmo difficile da sostenere. L’inseguimento è stato anche in parte vanificato da un errore sul percorso causato da un pastore locale, circostanza che ha tratto in inganno un folto gruppo di biker e della quale la giuria ha tenuto conto in fase di composizione delle classifiche punto ma a parte questo inconveniente il dominio di oliva è stato incontrastato così che il bresciano si è potuto presentare a braccia al cielo sul traguardo festeggiando la prima vittoria del 2019 punto

Alle sue spalle un preciso e impeccabile Giuseppe Belgiovine, staccato di 9 minuti, è riuscito ad agguantare la seconda posizione del podio, difendendola per soli 8 secondi dal rientro di Paolo Guagnano, mettendo in campo tutte le abilità tecniche nell’ultimo tratto sulla sabbia che spesso è stato decisivo nella medio fondo del Gargano, per la quale non bisogna soltanto saper andare forte in salita e in discesa e reggere i cambi di ritmo, ma occorre anche possedere una tecnica sopraffina per superare il tratto di sabbia morbida.

Nella gara femminile arriva il primo successo per la ruvese Agata Mazzone, della Talos Bike, che precede una indomita Simona Quarta (ASD Martano), rallentata per il problema sul percorso, ma sempre più in ciclamino nella sua maglia di leader. Terza Miriana Dirutigliano. “Finalmente è arrivata la prima vittoria stagionale alla Mediofondo del Gargano, tappa del circuito Iron Bike – è il commento liberatorio di Oliva –. Sono molto soddisfatto della prestazione messa in campo, con ottime sensazioni che da tempo faticavo a trovare. Ringrazio la squadra e l’organizzazione del team Eurobike con il Presidente Maurizio Carrer per l’accoglienza e l’ospitalità ricevuta. Ora vi aspettiamo tutti alla SunsetSportWeek Terre Federiciane (7-8-9 giugno) una manifestazione da non perdere e che sarà anche tappa dell’Iron Bike”.

Le classifiche – Nelle singole categorie si registrano i successi di Giacomo Scardigno (ELMT – New Bike Andria), Vito Daniele Alberga (JUNIORES – Pro.Gi.T. Cycling Team), Davide Catalano (M3 – 20miglia Foggia), Alessandro Fittipaldi (M4 – Ciclisport 2000), Gaetano Soriano (M5 – Oroverde Bitonto), Pasquale Piemontese (M6 – individuale), Antonio Marfisi (M7 – D’Orsogna Racing Team Lanciano, un habitué della gara garganica sin dalla prima edizione), Luciano Dell’Aquila (M8 – MTB Club Bari). Nella speciale classifica per le E-Bike, biciclette con pedalata elettricamente assistita, il successo va ad appannaggio del leader in maglia verde Emanuele Losacco (Amicinbici Losacco Bike), che precede sul traguardo Giuseppe Carbonara (Team Eurobike) e Donato Grossi (Free! MTB). Giusto ai piedi del podio la coppia Eurobike Alessandro Fiore e Franco Mangano. Nella ciclo-escursione, ricavata su un percorso ridotto di 31 km, il primo a giungere al traguardo è stato Marino Carrer (Team Eurobike) con quattro minuti di vantaggio su Roberto Lacitignola (Team Bike Palo del Colle) e Riccardo Veneziano Eracle MTB). Da segnalare i risultati dei corridori viestani, che nella gara di casa si sono classificati al 63° posto con Matteo Bodinizzo (Cicloamatori Vieste) e Michele Cavaliere, della stessa squadra.

Le maglie Iron Bike – Continua la battaglia sul filo dei punti nella generale di prima fascia, con Mine Ceci che copre il disavanzo da Bongermino e si riprende la leadership, guidata ora con appena 5 punti di vantaggio. Si può davvero dire che il lunghissimo sprint sino a fine stagione è lanciato. Chi prevarrà? Ogni dettaglio sarà fondamentale. Tutto invariato nelle altre classifiche: fascia 2 a Alessandro Fittipaldi, donne a Simona Quarta, giovani a Giuseppe D’Amico ed E-Bike a Emanuele Losacco.

Domenica tappa a Rocca Imperiale – L’uscita dal calendario della tappa lucana di Montalbano Jonico, organizzata dal fan club di Domenico Pozzovivo, aveva lasciato tutti gli sportivi con l’amaro in bocca. La soluzione è spuntata fuori, come una lumaca o quasi, sotto il diluvio di Gravina, quando la Carbon Hubo di Paolo Novaglio ha manifestato il desiderio di fare il suo ingresso da organizzatore nell’Iron Bike. Sarà dunque la Gran Fondo Terre Federiciane a sostituire Montalbano Jonico domenica 9 giugno e sarà l’ultima gara prima della sosta estiva. E, ironia della sorte, si svolgerà a Rocca Imperiale, il primo paese della Calabria, sulla costa Jonica – a soli 30 km da Montalbano.

L’evento si compone anche di una XC eliminator il 7 giungo (venerdì), ovvero di una corsa ad eliminazione con scontro diretto e tabellone tennistico su un percorso di 300 metri e della gara per giovanissimi sia tesserati che non (al termine della prima), prevista per sabato 8 giugno, giorno in cui è possibile partecipare anche ad una prova di podismo su strada sulle distanze di 10, 6 e 3 km.



In questo articolo: