Playoff basket, arriva una sconfitta per l’Allianz Pazienza San Severo. Si va a gara 4 con Palestrina

Gli uomini di coach Ponticiello, sul 83-77, hanno fatto esplodere la festa al PalaIaia. Ora nulla è perduto: martedì 4 giugno si tornerà a giocare sui legni

La Allianz Pazienza Cestistica Città di San Severo fallisce il primo match-point per la final four di Montecatini e subisce l’ unica sconfitta di questi playoff. La Citysightseeing Palestrina è riuscita infatti a far valere il fattore campo e a superare i Neri, privi di Antonio Ruggiero (precauzionalmente tenuto fermo per un piccolo infortunio) con il punteggio di 83-77. Prima del salto a due la famiglia Cilia, a nome di tutta la società verde/arancio ha offerto ai tifosi ospiti i tipici dolcetti prenestini per rinsaldare la stima e la sportività tra le due piazze.

La cronaca: coach Ponticiello ha schierato nel quintetto iniziale Rizzitiello, Morici, Ochoa, Rossi e Rischia; coach Salvemini invece, ha scelto Scarponi, Antonelli, De Zardo, Rezzano e Stanic. Partenza in quinta per i gialloneri che riescono a trovare subito la via del canestro con Antonelli e Scarponi, cui risponderà prontamente dai 6.75 Rossi. Al 4’ Palestrina conduceva 8-6 spinta da Rischia e ha costretto il coach ospite a spendere il primo time-out. Al rientro la musica è cambiata soltanto con il siluro di Rezzano che ha annullato i 3 precedenti punti del lungo Ochoa, mentre i biancoverdi hanno continuato ad essere sul pezzo: le follie del reparto “play”, Rischia e Rossi lasciano indietro i gialloneri oltre la doppia cifra (24-11 al 7’). L’ Allianz Pazienza prova a metterci una pezza firmando un sonoro parziale di 9-0 con il solito piazzato di Antonelli e le realizzazione di un super Stanic. Dopo quasi 3’ minuti “a secco” Palestrina è riuscita a muovere il punteggio con un 2/2 dalla lunetta di Rossi per il 28- 21.

Ritmi alti nei minuti iniziali della seconda frazione. Ad avere la meglio questa volta è stata la Allianz Pazienza che ha spaccato la difesa avversaria con le penetrazioni del duo Sodero/Stanic (28-25). Al 13’ una difesa soporifera dei padroni di casa che ha permesso agli ospiti di farsi sotto fino al -1, con un fin troppo semplice sottomano di Sodero. I due minuti seguenti sono stati di fuoco: con i canestri di Ochoa, Rizzitiello e Rossi il tabellone segnava 43-35 al 17esimo. A muovere il punteggio ospite ci ha pensato il giovane Piccone con 2/2 ai liberi ma Rischia e Rizzitiello continuavano a sporcare il proprio tabellino personale riportando i biancoverdi sul +13. Prima ventina che è terminata con il canestro al fotofinish di Di Donato sul 52-42. Al rientro sui legni l’Allianz Pazienza ha cominciato a concretizzare sfruttando la mano calda di Rezzano e una maggiore attenzione in fase difensiva (54-49 al 24’). La Allianz Pazienza ha ridotto il divario di 3 lunghezze prima dell’ennesimo siluro di Rossi (63-57 al 28’). Rizzitiello ha provato a rimettere a distanza gli ospiti che hanno risposto sempre con Sodero e Stanic. Al suono della sirena il tabellone segna 66-62. Con lo scorrere del tempo l’aria al PalaIaia si è fatta  più calda. Rossi e Rizzitiello hanno trainato la Citysightseeing rompendo l’illusorio equilibrio ritrovato da Di Donato sul 71 pari a 4 e 18. I gialloneri hanno provato ad approfittare del buon momento e con Stanic l’ Allianz ha trovato l’agognato vantaggio dopo più di 37 minuti di gioco (71-73), Carrizo però ha piazzato subito una tripla che è valso il terzo sorpasso in soli 2’. L’ultimo giro di lancette è stato decisamente inadatto ai deboli di cuore: solo tiri liberi con Sodero che ha segnato il +1 ospite, annullato dal 2/2 sempre di Carrizo nell’azione successiva. Sul finale la Allianz Pazienza ha commesso un errore in fase offensiva che è risultato fatale. Palestrina, ancora una volta, non è restata a guardare e ha ripristinato la situazione a proprio favore. Sulla tripla fallita di Sodero gli uomini di coach Ponticiello, sul 83-77, hanno fatto esplodere la festa al PalaIaia. Ora nulla è perduto: martedì 4 giugno si tornerà a giocare sui legni del PalaIaia, con i Neri che avranno un’altra possibilità di chiudere la serie in anticipo. Palla a due alle  21.