Non ha il biglietto e aggredisce capotreno e agenti. Tensione nel Frecciargento a Foggia

In manette un cittadino egiziano. Voleva raggiungere Roma a tutti i costi ma ora è in carcere per resistenza e violenza a pubblico ufficiale

Una mattina concitata quella del  1° maggio nella Stazione F.S. di Foggia. Gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foggia sono intervenuti sul Treno Frecciargento 8302 (Lecce-Roma), giunto nel capoluogo dauno intorno alle ore 8,20 circa, in quanto il capotreno aveva sorpreso una passeggero privo di biglietto. Costui voleva raggiungere Roma a tutti i costi, ma non intendeva pagare il corrispettivo del viaggio. 

L’uomo, un ventunenne di origini egiziane, con precedenti di polizia, invitato a scendere dal convoglio, ha reagito in maniera aggressiva, proferendo frasi offensive nei confronti degli agenti della Polizia Ferroviaria e del Capotreno, ponendo in essere anche atti di autolesionismo. 

Con non poche difficoltà gli agenti lo hanno bloccato e portato alla calma. Un poliziotto ha anche riportato un trauma al ginocchio a seguito di un violento calcio ricevuto.

Lo straniero, condotto negli Uffici della Sezione di Polizia Ferroviaria, è stato tratto in arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Per l’agente ferito, costretto a ricorrere alle cure mediche presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Riuniti di Foggia, lesioni giudicabili guaribili in 7 giorni.