Sangue al ghetto di Borgo Mezzanone per colpa di una bicicletta. Al vaglio la posizione di un gambiano

Gli agenti di polizia indaga dopo l’ultima aggressione

Gli agenti di polizia stanno provando a fare luce sull’ultima aggressione nel ghetto di Borgo Mezzanone. Al vaglio degli inquirenti la posizione di un gambiano ritenuto l’autore dell’accoltellamento avvenuto ieri. Lo scontro sarebbe scoppiato per la vendita di una bicicletta. Le vittime, un gambiano di 30 anni è un suo connazionale di 20, hanno riportato ferite giudicate guaribili rispettivamente in 20 e 12 giorni. I due sono stati dimessi in serata.



In questo articolo: