Scoperta centrale di “tagliatori d’auto”, recuperati mezzi e autocarri a Cerignola. C’è un arresto

Operazione dei carabinieri nell’area ofantina. I militari impegnati in un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in ambito rurale. In manette 41enne

A Cerignola, una pattuglia del locale Comando Stazione dei carabinieri, impegnata in un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in ambito rurale nella località Innacquata, si è imbattuta in un gruppo di persone che, alla luce di alcune potenti torce elettriche, erano alacremente impegnate a smontare quel che ancora rimaneva di un paio di autovetture nei pressi del letto del fiume Carapelle.

I militari si sono quindi immediatamente lanciati all’inseguimento, a piedi, dei malviventi che, appena si erano resi conto di essere stati scoperti, nonostante la tarda ora e la località isolata, favoriti dal buio si erano dati alla fuga attraverso le campagne, riuscendo comunque a bloccarne uno.

Una volta sopraggiunti altri due equipaggi di rinforzo, è stato possibile sottoporre a sequestro due autovetture, una Jeep Renegade, risultata rubata  il 15 aprile scorso a Modugno, e una Fiat Tipo rubata invece il giorno successivo a Palo del Colle.

A poca distanza, inoltre, i carabinieri hanno poi individuato anche un casolare, al cui interno hanno trovato altri tre mezzi, un autocarro Fiat Iveco, con targa falsificata, risultato rubato lo scorso 13 marzo a Cinisello Balsamo (MI), una macchina “Terna” per movimento terra, priva di targa, e una Fiat Tipo, le cui provenienze sono in corso di accertamento.

L’uomo fermato, Ion Mic, 41enne cittadino rumeno, è stato quindi tratto in arresto per ricettazione e riciclaggio in concorso e rinchiuso nel carcere di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica, mentre tutti i mezzi rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro, insieme a vario materiale utilizzato per lo smontaggio di veicoli, oltre ad un inibitore di frequenza “jammer” e una coppia di targhe, risultate abbinate ad una Fiat 500X, anche questa rubata lo scorso 15 aprile a Triggiano.



In questo articolo: