Gli Istituti Tecnici Pugliesi raccontati agli studenti foggiani: incontro-spettacolo con Teatro Educativo

Sei appuntamenti rivolti a ragazzi e ragazze delle scuole superiori, diplomanti e diplomati e in generale a tutti coloro che sono interessati a scoprire di più sulle possibili offerte formative e le opportunità per il futuro.

Si è svolto nell’Auditorium Camera di Commercio di Foggia, il primo dei sei appuntamenti dedicati al mondo della scuola e del lavoro, a cura dei sei Istituti Tecnici Superiori di Puglia, rivolto a ragazzi e ragazze delle scuole superiori, diplomandi e diplomati e in generale a tutti coloro che sono interessati a scoprire di più sulle possibili offerte formative e le opportunità per il futuro. Un incontro-spettacolo interattivo e multimediale, a cura di Teatro Educativo, finalizzato a coinvolgere, informare, emozionare: professionisti della comunicazione, del teatro e della formazione hanno infatti trasmesso ai presenti l’importanza della scelta che li aspetta dopo il diploma.

 Ad aprire i lavori Giuseppe Longo, Direttore Operativo di Cesan e Valentina Scala, Direttore ITS Apulia Digital Maker che ha dialogato con gli studenti affermando  come la quarta rivoluzione industriale sia già in corso “ed è per questo che il nostro sistema ITS propone ogni anno percorsi differenti. Nello specifico tutti gli ITS sono connessi con le figure ricercate dalle aziende ed è per questo che garantiscono infatti un’alta gamma di competenze spendibili nel mondo de lavoro.” A seguire Valentina Scuccimarra, Referente Comunicazione e Orientamento ITS Apulia Digital Maker ha spiegato il canale formativo ITS e tutte le opportunità che il sistema ITS offre: percorsi di istruzione terziaria a ciclo breve (due anni) di pari livello a quelli universitari, con un’impronta più professionalizzante, almeno il 30% di ore svolte in azienda, il 50% dei docenti di estrazione dal mondo del lavoro, costi quasi pari a zero, i cui dati placement a un anno dal conseguimento del diploma si attestano intorno all’82%.

I sei ITS Pugliesi (Its Aerospazio Puglia; Its Agroalimentare Puglia; Its Apulia Digital Maker; Its Logistica Puglia; Its A. Cuccovillo Meccatronica / Sistema Casa; Its Turismo Puglia) sono stati anche raccontati dagli stessi allievi e dai diplomati ITS. Dalle testimonianze è emersa l’alta qualità delle lezioni, riservate ad un massimo di venticinque studenti per corso, e il rapporto sinergico che vi è con le aziende coinvolte.

Gli ITS puntano infatti a formare veri professionisti del domani che facciano fruttare immediatamente il proprio titolo di studio: il fatto che docenti siano professionisti che lavorano nelle aziende in cui gli allievi andranno a svolgere il proprio stage, o il fatto che i corsi siano anche sviluppati con l’aiuto delle aziende che danno le indicazioni sulle esigenze di competenze che mancano sul mercato, è indicativo della concretezza degli ITS, della loro presenza sul territorio e dell’ascolto del mercato.  Per questo motivo, non sono mancate le testimonianze delle aziende stesse: parola a Sabrina Pupillo – del CNA Foggia, a Giovanni Tamburrano di Lotra Srl e a Giovanni Fiscarelli di Mediafarm che ha spiegato: “Perché un’azienda decide di entrare nel sistema ITS? La risposta è nell’industria 4.0: gli ITS forniscono le figure professionali che servono a questo mondo.” Ancora, “cosa sono gli ITS?” ,“Qual è il loro valore aggiunto?”, “Quali attività non sono pertinenti con i singoli percorsi?”: sono queste le domande poste al termine dell’incontro agli studenti in sala dal Teatro Educativo mediante il quiz show appositamente pensato per coinvolgere e informare. Le prossime tappe ad Andria, Brindisi, Lecce, Taranto e Bari.

 





Change privacy settings