600mila euro per il grande evento Medimex a Foggia. Da Emiliano ad Arbore: “Sogno che si realizza”

Quattro giorni tra concerti, incontri, mostre e live internazionali: la città si prepara ad ospitare la manifestazione promossa dalla Regione Puglia e dal Teatro Pubblico Pugliese con un’edizione “Spring” dall’11 al 14 aprile

C’è grande entusiasmo a Foggia per il Medimex International Festival & Music Conference 2019, che quest’anno raddoppia con una edizione Spring nel capoluogo dauno, dall’11 al 14 aprile, seguita dalla già annunciata edizione a Taranto dal 5 al 9 giugno. Due grandi eventi live ad ingresso gratuito in piazza Cavour: l’unica tappa italiana di Bryan Ferry e un progetto speciale di Renzo Arbore con grandi jazzisti italiani. Dal 5 aprile al 5 maggio invece, la mostra fotografica in anteprima italiana “Pattie Boyd and the Beatles”. Quaranta scatti iconici che dopo Londra, Sydney, Toronto e Mosca saranno esposti a Palazzo Dogana.

“Il Medimex è frutto di un grande spirito di sinergia tra il territorio e i suoi enti, una bella occasione di collaborazione – ha detto il presidente del Teatro Pubblico Pugliese Giuseppe d’Urso aprendo la presentazione dell’evento in Sala Fedora -. La manifestazione coinvolgerà anche il Conservatorio, la Fondazione dei Monti Uniti, il Teatro Giordano e altre realtà del territorio”.

L’edizione Spring rafforza la vocazione itinerante della manifestazione avviata lo scorso anno e si propone come punto di riferimento per le politiche di destagionalizzazione della Regione Puglia con un ricco programma di iniziative nei luoghi più rappresentativi della città. “Perché a Foggia? Abbiamo luoghi bellissimi che devono essere nutriti di arte e cultura. Dobbiamo offrire ai turisti qualcosa di unico fatto di esperienze e bellezze – ha detto l’assessore regionale al Turismo e alla Cultura, Loredana Capone -. Vogliamo che la Puglia sia un mix di mare, cultura e musica. La gente deve soggiornare qui senza annoiarsi. Il brand InPuglia365 significa tutto questo”.

Da Bari a Foggia anche il presidente Emiliano. “Sono felice di essere qui. Vorrei che questa città si amasse sempre più senza farsi la guerra con gli altri, ha tanti talenti e potenzialità. Mi auguro che il Medimex (600mila euro la cifra dell’evento) faccia riprendere il cammino a tanti foggiani talentuosi – ha detto il governatore -. Questa città così come la sua squadra di calcio, ha mostrato nella storia di avere una grande forza dentro. Bisogna tirarla fuori. “.

“Stiamo parlando di un evento internazionale, un’opportunità economica per tutto il territorio di Capitanata”, ha commentato Nicola Gatta, presidente della Provincia di Foggia.

Il progetto speciale di Renzo Arbore di venerdì 12 aprile e il concerto di Bryan Ferry di sabato 13 aprile, unica data italiana del tour mondiale che l’artista britannico terrà pochi giorni dopo l’ingresso dei Roxy Music nella Rock’n’Roll Hall of Fame. Arbore sarà accompagnato da Enrico Rava, Dado Moroni, Rosario Bonaccorso, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Enrico Zanisi e Nicky Nicolai.  “È una presentazione sentimentale per me – ha dichiarato Renzo Arbore a l’Immediato -. Si corona un sogno che avevo da ragazzino: portare il jazz a Foggia”. E poi un ricordo per l’amico Marenco, deceduto nelle scorse ore. “Mario era nato nella nostra città, ho lavorato per anni con lui a Radio Bari. Aveva una fantasia straordinaria, è stato il più grande umorista”.

I due appuntamenti si inseriscono, in un’articolata programmazione comprendente altri concerti e incontri d’autore con ospiti italiani e internazionali, mostre, scuole di musica, attività collaterali oltre all’importante omaggio ai Beatles a cinquant’anni dallo scioglimento della band. Dall’11 al 20 aprile, la Fondazione dei Monti Uniti, ospiterà la mostra dedicata al mondo Fender con il Vintage Museum.