“Per salvare il Foggia, tutti dobbiamo fare la nostra parte”. Giorni frenetici in casa rossonera

Il sindaco Landella ha chiamato a raccolta i rappresentanti di Confindustria, Confesercenti, Confagricoltura, Confcommercio, Camera di Commercio e Confcooperative. Chieste nuove sponsorizzazioni ma il tempo stringe

Il sindaco di Foggia, Franco Landella si muove per sostenere la squadra di calcio locale. Chiamati oggi a raccolta in Comune, i rappresentanti di Confindustria, Confesercenti, Confagricoltura, Confcommercio, Camera di Commercio e Confcooperative, sollecitate dal primo cittadino. “Ho chiesto un incremento di sponsorizzazioni. Ma la difficoltà non sta nella disponibilità degli imprenditori ma nei tempi. Si sarebbero mossi in modo più adeguato se interpellati un mese fa. Il Foggia Calcio non è una semplice squadra per questa città. Rappresenta orgoglio e patrimonio per tutta la Capitanata. E tutti dobbiamo fare la nostra parte. Ho chiesto di dare il massimo – ha aggiunto Landella –. Sono aperte tante piste ma occorre mettere in campo tutte le sinergie per superare questo empasse“.

Intanto, filtra un cauto ottimismo sul pagamento di stipendi e contributi ai calciatori entro il 18 marzo. Sono ore frenetiche per scongiurare l’ennesima penalizzazione che renderebbe complicata la risalita in classifica dei satanelli, già afflitti dai recenti episodi di cronaca ai danni dei proprietari, i fratelli Sannella e dei calciatori Iemmello e Busellato. Si rincorrono numerose voci, da quelle su un maggiore impegno da parte dello sponsor Beretta-Wuber all’interesse del presidente della Casertana.



In questo articolo: