Amministrative 2019, Franco Landella tra gli stand mentre Cavaliere lima il suo staff

Intere mattinate a passeggiare per la città. Il sindaco dopo aver vinto le Primarie, non smette di stringere mani e salutare chiunque incontri. Entra nel vivo l’attività politica del rivale

Intere mattinate a passeggiare per la città. Il sindaco Franco Landella, dopo aver vinto le Primarie, non smette di stringere mani e salutare chiunque incontri. Presente anche tra gli stand della festa carnescialesca della Proloco. Poco distanti ad osservare le sue mosse alcuni dirigenti del Partito democratico e il collega (Asl) Pasquale Dell’Aquila, che sarà nuovamente in lista insieme alla coalizione extralarge che sostiene Pippo Cavaliere.

“Il Pd farà una squadra molto giovane, sarebbe bello poter ripetere la performance della lista civica di Marasco 5 anni fa. Il pane e le rose era davvero una bella lista. Stiamo notando in questi primi giorni di campagna elettorale un comportamento molto strano degli elettori. Chi crede che Pippo Cavaliere sfondi solo nella borghesia o nei salotti, si sbaglia di grosso. Anzi forse lì incontrerà più problemi. Il popolo è stanco di Franco Landella”, osserva un dem dopo aver visto il sindaco parlare con un venditore di porchetta originale di Ariccia.

Si attende la conferenza stampa dell’ingegner Cavaliere, che risolta la questione della Fondazione Buon Samaritano con l’autosospensione, può dedicarsi alla sola campagna elettorale. Resta da limare solo la scelta dello staff per uno come l’ingegnere che ha sempre avuto rapporti consolidati, amichevoli e personali con la stampa. Accanto a lui, nella prima fase, nessun giornalista strettamente legato ai civici o al Pd.

Cresce l’attesa anche nei Cinque Stelle. Ad horas la certificazione della lista.