Sant’Olli di Germania salva ancora i rossoneri, ad Ascoli è 2-2. Quinto pari consecutivo per il Foggia

Satanelli con la “pareggite”. Allo stadio Del Duca, decisivo il tedesco Kragl che nel finale s’inventa il gol che evita la sconfitta

Pareggia il Foggia ad Ascoli. 2 a 2 risultato finale. In gol Rosseti (13′) e Ninkovic (44′) per i padroni di casa. Deli (30′) e Kragl nel recupero per gli ospiti. I rossoneri salgono a 23 punti in classifica.

La cronaca 

Mister Padalino cambia soprattutto in attacco lanciando dal 1’ il giovanissimo Matarese in coppia con Cicerelli alle spalle di bomber Mazzeo. Leali confermato tra i pali; Ngawa, Billong, Martinelli, Ranieri a comporre il muro difensivo. Greco in cabina di regia, ai suoi lati Busellato e Deli. Al Del Duca circa un migliaio di tifosi rossoneri che dal settore ospiti invoca “Andiamo a vincere”. Subito una ghiotta occasione per il Foggia: Mazzeo ci prova col destro, Milinkovic-Savic dice no. Al 4′ Valentini resta dolorante a terra per uno scontro in area, subito un cambio nei padroni di casa: entra Quaranta al posto del difensore bianconero. Al 13′ si sblocca il match. Rosseti coglie impreparata la difesa dei pugliesi, riceva dall’ex Beretta e infila nell’angolino: 1 a 0. Al 22′ ammonito Deli per simulazione, poco dopo giallo anche per Frattesi per lo stesso motivo. Alla mezz’ora arriva la reazione del Foggia: Matarese dalla destra crossa al centro, Bosco intercetta ma appoggia sui piedi di Deli che a botta sicura insacca in rete: 1 a 1, e tutti a festeggiare in un abbraccio collettivo davanti alla panchina di Padalino.

Occasionissima per i padroni di casa poco più tardi: Beretta calcia potente ad un passo dalla porta ma la sfera sbatte su (super) Leali. Si salvano i rossoneri! Giallo per Busellato per un brutto fallo ai danni di Ninkovic. Al 43′ i padroni di casa tornano avanti: Ninkovic su punizione beffa Leali e fa 2 a 1. Finisce il primo tempo, squadre negli spogliatoi.

In avvio di ripresa le squadre si studiano e mister Vivarini si gioca subito la carta Ciciretti al posto di Rosseti. Deli si invola verso la porta, cerca Busellato ma Bosco anticipa e spazza via. Nel Foggia si ferma Deli, entra bomber Iemmello. Ritmi calati in campo, le occasioni pericolose stentano ad arrivare. Al 69′ entra il tedesco Kragl al posto di Matarese. Giallo per Addae per fallo su Cicerelli. Al 77′ caos e mischia davanti alla panchina rossonera. L’ex Beretta finisce a terra dopo uno scontro con Ranieri, ammoniti entrambi. La partita diventa fallosa, continua il possesso e il tic-tac del Foggia ma né Iemmello né Kragl si fanno vedere dalle parti di Milinkovic-Savic. Cavion stende a terra Kragl, giallo per il bianconero. Sei lunghissimi minuti di recupero caratterizzato dal monologo rossonero: i pugliesi ci provano e a due minuti dalla fine il solito Kragl trova la bomba da fuori area per il 2-2 definitivo. Quinto pareggio consecutivo per i satanelli.