“Non trasporteremo più i tifosi ospiti”, autisti ATAF si ribellano dopo aggressioni e violenze

Dura nota dei sindacati: “I lavoratori tutti si asterranno dall’effettuare in futuro questo servizio”

Gli autisti dell’Ataf sono stufi di fare da bersaglio ai tifosi del-le squadre avversarie, quando il Foggia gioca allo Zaccheria, e ora dicono basta. “Dalla prossima partita – minacciano – ci asterremo dal servizio”. I disordini scoppiati prima e dopo la partita Foggia-Benevento, con aggressioni e violenze di facinorosi beneventani (anche all’interno dello stadio) hanno oltrepassato il limite. “Il nostro personale impegnato nel trasporto della tifoseria ospite – riferisce una nota dei sindacati di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa – si è trovato per l’ennesima volta a far fronte da solo a situazioni pericolose per la propria incolumità. In particolare, è stato oggetto di sassaiole con conseguente caduta di vetri frantumati, pesanti minacce e insulti durante tutto la svolgimento del servizio, ed è solo e soltanto per l’abnegazione dei nostri autisti che nonostante tutto hanno portato a termine il trasferimento della tifoseria, se non si sono create ulteriori situazione di pericolo per l’ordine pubblico. Simili episodi – concludono – sono già stati denunciati di recente, visto il reiterarsi di simili episodi i lavoratori tutti si asterranno dall’effettuare in futuro questo servizio”.



In questo articolo: