Con la tubercolosi scappato da ospedale di Foggia, l’onorevole leghista Sasso. “Puoi essere nero, giallo o bianco, se stai male ti fai curare”

Il parlamentare barese: “I cittadini di Foggia sono giustamente preoccupati, l’immigrato potrebbe aver preso mezzi pubblici e potrebbe essere ancora in zona”

rossano sasso

Mentre i leghisti foggiani sono presi da un lato dalle schermaglie con l’ex parlamentare centrista Angelo Cera e dall’altro con le Primarie, che potrebbero essere annullate per via dell’imposizione della Lega a volere il simbolo del partito accanto al suo candidato, Luigi Miranda, poco ficcante, l’onorevole Rossano Sasso riprende la questione dell’allarme sanitario a Foggia diramato dalla Questura di Salerno, “per la possibile presenza sul territorio di uno straniero affetto da una forma di tubercolosi polmonare contagiosa”, fuggito dagli Ospedali Riuniti. 

Il deputato pugliese della Lega Rossano Sasso strumentalizza il caso: “Puoi essere nero, giallo o bianco. Ma se hai una tubercolosi contagiosa, non scappi dall’ospedale, ti fai curare! I cittadini di Foggia sono giustamente preoccupati, l’immigrato potrebbe aver preso mezzi pubblici e potrebbe essere ancora in zona. Ma dai piddini e sinistri arriva ancora l’invito a farli scendere, ad accoglierli, ad aprire i porti e a processare Salvini che impedisce gli sbarchi. I dati parlano chiaro: dall’inizio dell’anno a oggi sulle coste italiane sono sbarcati 202 migranti; nello stesso periodo dell’anno scorso, a sbarcare erano stati in 4.731. Il calo è del 95,73%, noi ce la mettiamo tutta ma ci vorrà tempo prima di espellere tutti i clandestini fatti entrare dal Pd”.



In questo articolo: