Allo Zac arriva il Pescara, Padalino: “Foggia più solidità, Galano deve rialzarsi dopo l’errore”

Le dichiarazioni del tecnico rossonero alla vigilia del match contro i biancoazzurri. Rifinitura a porte aperte intanto, questa mattina, per Agnelli e compagni

Riparte dal buon punto conquistato a Palermo il Foggia, che domani tornerà in campo allo Zaccheria contro il Pescara. “La squadra ha dato una buona risposta dal punto di vista caratteriale e dello spirito contro una pretendente vincitrice del campionato – ha detto il tecnico Pasquale Padalino alla vigilia del match tornando ad analizzare la partita del Barbera di lunedì sera -. Il nostro percorso deve essere un crescendo, facendo emergere carattere e spirito sempre. Stiamo provando a fare dei salti di qualità, occorre del tempo. Ripartiamo da ciò che di buono abbiamo fatto a Palermo. Galano poteva fare molto di più, è vero – ha continuato riferendosi al gol mancato a tu per tu col portiere rosanero, un lancio sparato alle stelle -. Sta a lui avere la forza di riemergere e rialzarsi. Noi abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, tifosi in primis. Per portare al termine questo campionato occorre solidità”.

L’avversario: il Pescara. “Squadra con qualità, lo ha dimostrato nel girone di andata. Ultimamente non hanno avuto continuità di risultati ma hanno conservato la stessa identità – ha commentato il trainer rossonero -. Ci saranno assenze importanti tra loro, come Del Grosso e Gravillon, noi avremo la stessa premura come fatto col Palermo. Dobbiamo avere fiducia con l’obiettivo in testa di fare una prestazione importante”. 

Convocati. “Ngawa ha ripreso ad allenarsi ma non sarà in campo – ha precisato -. Zambelli sta recuperando ma ci vuole ancora un po’ di tempo. Anche Tonucci non ci sarà. Noppert invece ha avuto un lutto in famiglia, rientrerà tra qualche ora, mentre Chiaretti ha avuto l’influenza e per questo non ci sarà”. Per il resto tutti convocati. 

Rifinitura a porte aperte intanto questa mattina per Agnelli e compagni. 3-5-2 o 4-3-3 per Padalino, che confermerà Billong in difesa con Martinelli e Ranieri. Da valutare la posizione di Loiacono come terzino o esterno di centrocampo. Dal 1′ dovrebbero esserci Busellato, Agnelli, Greco, Kragl e gli attaccanti Iemmello e Galano.