Orbitale di Foggia, depositato adeguamento per l’Autorità di Bacino. Possibili allagamenti in via Napoli

In un tratto di 400 metri l’arteria potrebbe essere sopraelevata di un metro e mezzo se il Consorzio non realizzerà un canale di servizio per la Diga San Giusto

Vale 2,5 milioni di euro l’adeguamento alle prescrizioni dell’Autorità di Bacino per l’Orbitale di Foggia, il cui cantiere è stato appena inaugurato dal sindaco Franco Landella insieme al rappresentante del gruppo Favellato l’architetto Nicola Amodei, laddove invece la somma accantonata per le procedure espropriative è pari a 3 milioni, una cifra congrua secondo la Rup Tina Morra, ma forse troppo bassa, stando alle stime dei tecnici. I lavori sono infatti cominciati dai terreni comunali, sul tratturo, proprio in uno dei punti in cui l’Autorità di Bacino ha indicato dei rischi allagamenti per l’Orbitale.
In prossimità di Via Lucera circa 300 metri presentano delle lievi criticità, superate ampiamente dai progettisti. Ma la zona dei più grandi pantani potrebbe essere localizzata secondo l’AdB nei pressi di Via Napoli per un tratto di Orbitale lungo 400 metri.

Il progetto così come redatto potrebbe essere non confacente al nuovo Piano di Assetto Idrogeologico in fase di redazione in Regione Puglia. Ecco perché i progettisti dell’Orbitale hanno depositato una possibile modifica. In quel tratto l’Orbitale potrebbe essere sopraelevata di circa un metro e mezzo per evitare allagamenti dopo le sempre più frequenti bombe d’acqua dei cambiamenti climatici. Un adeguamento in corso d’opera che costa appunto 2,5 milioni, la cui somma è stata accantonata e sottratta agli indennizzi degli espropri.

Ma qual è il motivo di tali disagi idraulici in Via Napoli? È presto detto: la Diga di San Giusto del Consorzio per la Bonifica della Capitanata, che più di una volta ha causato allagamenti nelle zone circostanti. Da Vaccarella fino a Via Napoli.
Il Consorzio, diretto da Francesco Santoro e presieduto da Giuseppe De Filippo, ha ottenuto un finanziamento per la realizzazione di un canale che potrà raccogliere le acque in eccesso della diga quando piove in eccesso e si è costretti ad aprire le paratie.
Chi farà prima? Il canale sarà realizzato o servirà sopraelevare la grande arteria della seconda tangenziale di Foggia? Per intanto ci sono i fondi. E Via Napoli è ancora lontana, il cantiere è appena cominciato.