Fondi europei all’agricoltura, Di Gioia promette procedure più snelle: “A breve 2 nuovi bandi”

L’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia ha incontrato i giornalisti nella Sala Finocchiaro del Consiglio regionale pugliese

L’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, ha incontrato i giornalisti nella Sala Finocchiaro del Consiglio regionale pugliese, per illustrare lo stato attuale delle istruttorie delle misure del PSR Puglia pendenti al TAR, nonché le nuove ipotesi di lavoro e organizzative relative alla gestione e attuazione del PSR Puglia.

“Ho ritenuto – ha fatto sapere di Gioia – fare il punto della situazione sulle istruttorie relative ai bandi del PSR Puglia 2014-2020 impugnati dal Tribunale Amministrativo Regionale. I nostri Uffici hanno chiuso le procedure nella parte relativa alla verifica e al contradditorio. Siamo nelle condizioni, nei prossimi giorni, di fare una nuova graduatoria della domande della Sottomisura 4.1A, relativa agli investimenti strutturali delle imprese agricole, adempiendo con più di un mese di anticipo alla prescrizioni del TAR, il quale si pronuncerà con sentenza definitiva il prossimo 19 marzo”.

“Ascoltando i portatori di interessi del comparto agricolo pugliese e facendo una complessiva ricognizione delle risorse a disposizione – ha sottolineato l’assessore – intendiamo costruire due nuovi bandi che siano paralleli a quelli pendenti oggi al TAR. Abbiamo intenzione di definire una nuova misura con la stessa tipologia di investimenti della 4.1A e una nuova per l’insediamento dei giovani in agricoltura, modificando, a buon diritto, le clausole e i criteri impugnati dal TAR. In questo modo, da una parte, porteremo avanti il lavoro che abbiamo svolto con le istruttorie, continuando ad analizzare la vecchia graduatoria ed eliminando quelle aziende che hanno sopravvalutato in modo anomalo la propria performance. Dall’altra apriremo a nuove opportunità le stesse aziende o nuove potenziali candidate a partecipare ad altri bandi, molto più snelli e semplici dei precedenti. Questo stesso lavoro sarà fatto anche sulla Sottomisura 6.1, dedicata al primo insediamento dei giovani in agricoltura, con azioni più semplici negli investimenti”.

Sull’Autorità di Gestione (AdG) del PSR Puglia di Gioia ha chiarito che ad oggi, “alla scadenza del contratto del prof. Gianluca Nardone, si è deciso di comune accordo di sdoppiare le funzioni di direttore di Dipartimento Agricoltura e di AdG, perché le due non fossero più coincidenti. Per queste ragioni Nardone è oggi ad interim direttore regionale e il dottor Luca Limongelli è ad interim Adg. Seguiranno a breve due bandi con una procedura concorsual-selettiva all’esito della quale verranno nominate le due figure in via definitiva. Si tratta di un nuovo assetto che riteniamo rassicurante con due profili dedicati senza perdita alcuna di competenze”.

Sul fabbisogno di risorse umane a supporto dell’attuazione del PSR Pugia, l’assessore di Gioia, ha informato che è stato appositamente indetto un bando per selezionare 30 collaboratori da inserire sulle attività istruttorie, sopperendo a una carenza di organico da sempre denunciata nel Dipartimento. “Si tratta di personale reclutato costituito da laureati, utile a velocizzare e implementare le attività del nostro PSR. Inoltre – ha concluso l’assessore – con delibera di Giunta odierna e tramite variazione di bilancio abbiamo incrementato tali risorse da 30 a 60. E tutto questo con il solo obiettivo di far funzionare di più e meglio una macchina importantissima al servizio del mondo agricolo pugliese”.



In questo articolo: