Foggia, la vittoria non arriva. A La Spezia è soltanto 0-0

Termina senza reti il tredicesimo turno di B tra liguri e satanelli. Per i rossoneri un clamoroso palo di Chiaretti e la traversa di Mazzeo. È il quarto pareggio di fila

Spezia e Foggia non si fanno male, termina 0 a 0 il match allo Stadio Picco. I pugliesi resistono in 10, dopo l’espulsione del capitano Agnelli. Da segnalare un clamoroso palo di Chiaretti ed una traversa di Mazzeo. Rossoneri a 8 punti in classifica. 

La cronaca 

Mille foggiani in trasferta al Picco per la ripresa del campionato dopo la lunga sosta. 4-3-1-2 per Grassadonia che cambia modulo lanciando dal 1′ l’ex Iemmello in attacco con Mazzeo. Alle spalle c’è il brasiliano Chiaretti. In mezzo al campo Busellato, Agnelli e Rizzo. Difesa a 4 con Gerbo e Kragl ai lati, Martinelli e Ranieri centrali. Ritmi subito alti con i padroni di casa ad impostare il gioco. Prime ammonizioni nel Foggia: Martinelli commette fallo su Augello, poi Gerbo su Bidaoui. Si fa vedere Iemmello con una conclusione preda di Lamanna che dice no. Ottima ripartenza di Okereke, lanciato a rete a tu per tu con Bizzarri, ma il diagonale del bianconero si spegne di poco a lato. Al 25′ che chance per i padroni di casa! Bidaoui di prima intenzione non trova lo specchio della porta. Cross lungo di Kragl a cercare i suoi compagni, azione prolungata con Capradossi che interviene fallosamente su Chiaretti. Poco dopo la punizione battuta dal tedesco non produce gli effetti sperati. Ancora pericoloso lo Spezia. Crimi tutto solo punta la porta col destro, Bizzarri salva senza problemi. Cross basso su angolo di Kragl, la sfera rimane nella mischia, rimbalza sui piedi di Iemmello che perde il controllo, la tocca Martinelli che spara troppo alto! Alla mezz’ora risultato fermo sullo 0 a 0. Ammonito Vignali che stende a terra il tedesco del Foggia. Satanelli vicinissimi al gol negli ultimi secondi della prima frazione di gioco con il palo di Chiaretti su sponda di Mazzeo. Non c’è più tempo, squadre negli spogliatoi.

Inizio ripresa con Gyasi al posto di Galabinov tra i padroni di casa. Ritmo lento in campo, botta e risposta tra le due squadre, intervallato da una serie di falli ed ammonizioni (Agnelli e Capradossi). Che brivido al Picco! Kragl crossa alto per Mazzeo, il lancio del numero 19 sbatte sulla traversa, arriva Iemmello che calcia debole, salva Lamanna. Al 63′ annullato un gol di Crimi per posizione di fuorigioco. Crampi per il tedesco Kragl che lascia il campo, entra Rubin. Al 65′ Foggia in 10! Agnelli, già ammonito, prende il rosso per una trattenuta su Crimi. Cambiano i piani di mister Grassadonia che corre ai ripari: fuori Chiaretti, dentro Carraro. Nello Spezia esce Maggiore, al suo posto di Bartolomei. Poco dopo va a sedersi anche Iemmello, entra Gori. Nel finale il solito Bidaoui tenta la conclusione, ma spara alto, nessun problema per Bizzarri. I liguri ci provano anche nei cinque minuti di recupero su punizione, ma il risultato non si sblocca. Il Foggia si accontenta del quarto pareggio di fila e sale a 8 punti. Padroni di casa a 17. Al Picco è 0 a 0.