Sant’Agata di Puglia mostra le sue bellezze in Cina al Meeting Internazionale Cittaslow

Tradizione dei riti religiosi e quieto vivere: tutte le caratteristiche e le ricchezze turistico ambientali presentate a Yaxi. Presente il sindaco Gino Russo

Si è appena svolto a Yaxi, in Cina, il “Meeting Internazionale Cittaslow”, la rete di quei comuni che attraverso il circuito Slow Food si impegnano nel migliorare la qualità della vita degli abitanti e dei visitatori, in modo particolare attraverso esperienze enogastronomiche. L’evento internazionale si è svolto con incontri e seminari aventi come tematiche proprio la cooperazione tra città insignite del marchio di qualità “Cittaslow”, realtà culturali e sociali che hanno in comune l’intento di considerare aspetti che mirano a migliorare la qualità della vita ricercando il giusto equilibrio tra lo sviluppo delle tradizioni e l’integrazione con culture diverse.

In Cina insieme a Pier Giorgio Oliveti, Direttore di Cittaslow International, c’era anche il sindaco di Sant’Agata di Puglia, Gino Russo, che ha voluto così proporre personalmente la promozione delle tradizioni enogastronomiche della sua terra e la divulgazione del materiale storico, culturale e promozionale del paese foggiano noto a tutti come “La Loggia delle Puglie”.

“E stata anche questa un’esperienza valida e positiva, al pari della precedente partecipazione al Salone del Gusto di Torino di qualche settimana fa – ha commentato il Sindaco Russo -. La presenza a questo importante appuntamento internazionale dimostra la volontà dell’amministrazione comunale a voler continuare ad investire nella promozione turistica della nostra bella cittadina. Noi ci crediamo fortemente e da anni siamo impegnati a lavorare energicamente in questa direzione”.

Nell’incontro di Yaxi, dove tra le altre cose è stato anche trasmesso un filmato promozionale che raccontava Sant’Agata di Puglia e le sue bellezze in immagini, il sindaco Russo ha tenuto il suo interessante discorso alle autorità presenti ed ha illustrato tutte le caratteristiche e le ricchezze turistico ambientale che contraddistinguono la sua bella cittadina: spontaneità dei riti religiosi, rispetto delle tradizioni, gioia di un lento e quieto vivere, solo per citare alcune delle qualità riconosciute dall’organizzazione internazionale Cittàslow: requisiti che hanno permesso al caratteristico paese dei Monti Dauni meridionali di ottenere nel 2015 il prestigioso riconoscimento di “Paese del buon vivere”.





Change privacy settings