Foggia e la magia del jazz, che energia in Piazza Battisti con la leggenda vivente Stanley Clarke

Ad animare una calda serata di luglio, uno fra i bassisti elettrici più influenti nel jazz-rock e tra i più imitati. Dotato di una grande tecnica, virtuoso e versatile ha conquistato davvero tutti

Foggia e il jazz, ieri sera in Piazza Cesare Battisti, il secondo ed ultimo appuntamento della rassegna “Giordano in Jazz-Summer Edition 2018”, organizzata dal Comune di Foggia-Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Moody Jazz Cafè. Sul palco il quattro volte vincitore del Grammy Award” Stanley Clarke, indubbiamente uno dei più famosi musicisti acustici ed elettrici al mondo. Buona la risposta del pubblico foggiano che ha partecipato all’evento sia nell’area palco sedendo sui circa 500 posti messi a disposizione, sia lungo le transenne, disposte secondo le normative del Piano Sicurezza.

Ad animare una calda serata di luglio, Stanley Clarke, uno fra i bassisti elettrici più influenti nel jazz-rock. Dotato di una grande tecnica, virtuoso e versatile, ha speso gran parte della sua carriera fuori dagli ambiti del jazz. Un vero pioniere, per certi versi, del jazz che ha raggiunto lo status di “leggenda vivente” nei suoi oltre 40 anni di carriera musicale durante i quali ha lavorato con mostri sacri del calibro di Gil Evans, Art Blakey, Dexter Gordon, Horace Silver e Stan Getz.

Il tradizionale appuntamento foggiano col jazz, edizione 2018, si è concluso ieri, dopo il primo concerto con Suzanne Vega. Domenica 22 invece, è in programma il Concerto della Pace. Ospite Ornella Vanoni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings