Non solo Peschici e Rodi, il mare del Gargano sempre più blu. Prima volta per Zapponeta: “Sfida turistica”

Arriva anche nel Comune di Vincenzo D’Aloisio il prestigioso riconoscimento della Fondazione per l’educazione ambientale. “Il territorio è tutelato, occorre migliorare servizi per i turisti”. Annunciata la Tatangelo per la festa patronale

Sventolano 3 Bandiere Blu nei Comuni di Capitanata. La Fondazione per l’educazione ambientale ha conferito il prestigioso riconoscimento a Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta. Questa mattina, i sindaci e i rappresentanti delle amministrazioni comunali dei paesi coinvolti, si sono incontrati a Palazzo Dogana per illustrare i programmi dell’imminente stagione estiva ed i progetti di promozione turistica. “Dopo le Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano è arrivato un altro grande riconoscimento per il nostro territorio – ha dichiarato il vice presidente della Provincia, Rosario Cusmai -. Non dobbiamo fermarci qui, il nostro impegno e la nostra sensibilità devono continuare per far diventare il Gargano sempre più blu”.

“Per Rodi non è il primo anno, questa è la sedicesima Bandiera Blu – ha commentato il vice sindaco di Rodi Garganico, Giuseppe Ventrella –. Significa che il territorio è sempre tutelato e l’ambiente è pulito. Tre bandiere certo sono importanti, ma credo che anche altri Comuni come Vico del Gargano, Ischitella e Cagnano Varano, che hanno sbocchi sul mare, dovrebbero attivarsi, perchè non ci manca nulla: mare, laghi, isole e foresta. Non è solo un traguardo ma un imput di miglioramento per i servizi da offrire ai turisti, come la raccolta differenziata – ha aggiunto Ventrella -. Il nostro porto turistico è ormai efficiente al 100%”.

Prima volta in assoluto per il comune di Zapponeta. “Noi rappresentiamo la novità, per la prima volta otteniamo un riconoscimento internazionale. È il risultato di un lavoro fatto in questi ultimi due anni, legato sia alle questioni del mare sia a quelle dell’ambiente. I dati dell’Arpa e del depuratore AQP sono favorevoli e indicano un mare pulito” – ha esordito il primo cittadino Vincenzo D’Aloisio -. Per la prima volta si parla anche di turismo. “Nasciamo come paese agricolo, non siamo abituati a parlare di turismo. Le condizioni di ora ci consentono di dire che Zapponeta è anche un paese turistico. Siamo 3400 abitanti, di certo non abbiamo le stesse strutture balneari di Rodi, ad esempio – ha continuato -, ma questo è solo un inizio, una bella sfida per il futuro”. Presente anche l’assessore al Turismo del Comune di Zapponeta, Francesca Valentino. “Stiamo facendo il possibile per completare il cartellone estivo degli eventi. Non è facile, mancano i soldi e c’è una montagna di debiti che ci schiaccia completamente – ha spiegato l’assessore -. Non mancheranno sagre e momenti musicali. Sarà la cantante Anna Tatangelo, l’ospite del 2018 della Festa Patronale. Un’ultima novità riguarda le spiagge: per la stagione alle porte ci si sta attrezzando per installare un sistema Wi-Fi”.

L’incontro di questa mattina è stato moderato dal giornalista Carmine Pecorella. Erano presenti anche il vice sindaco di Zapponeta, Vincenzo Riontino e il Consigliere comunale di Rodi Garganico, Nicola Vitaliano.