Pedofilia e pedopornografia, Tribunale Foggia condanna ex prete Giovanni Trotta. 18 anni di carcere

Violenze su 9 minorenni di età compresa, all’epoca dei presunti abusi, fra i 12 e i 13 anni. Per l’imputato anche maxi multa

Il Tribunale di Foggia ha condannato alla pena di 18 anni di reclusione e 120mila euro di multa l’ex sacerdote 57enne Giovanni Trotta, del quale ci siamo più volte occupati in passato attraverso numerosi approfondimenti. L’uomo era imputato per violenza sessuale aggravata, produzione e diffusione di materiale pedopornografico e adescamento di minori ai danni di 9 minorenni di età compresa, all’epoca dei presunti abusi, fra i 12 e i 13 anni. La Procura di Bari, che ha coordinato le indagini, aveva chiesto la condanna a 21 anni di reclusione. Le motivazioni della sentenza si conosceranno tra 90 giorni.

I fatti contestati risalgono al 2014. Trotta, ridotto allo stato laicale già nel 2012 proprio per ragioni correlate ad abusi su minori, è stato condannato un anno fa con il rito abbreviato alla pena di 8 anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti di un altro 11enne ed è tuttora in carcere per entrambe le vicende.



In questo articolo: