Foggia-Pescara, ecco i DASPO: puniti cinque abruzzesi. Si aggrava posizione di tifoso rossonero

In relazione all’incontro di calcio “Foggia – Pescara”, la Divisione Anticrimine della Questura di Foggia ha dato avvio al procedimento finalizzato alla emanazione di 5 DASPO nei riguardi di altrettanti tifosi del Pescara sorpresi, all’atto di entrare allo stadio, regolarmente muniti di biglietto nominativo, in possesso di artifici pirotecnici denominati torce a mano che, evidentemente, avrebbero utilizzato all’interno dello stadio. L’accurato filtraggio operato dai contingenti della Polizia di Stato presenti nel settore, all’atto dell’accesso alla struttura da parte dei tifosi, ha permesso il rinvenimento del materiale pirotecnico, il relativo sequestro, quindi la denuncia all’autorità giudiziaria dei responsabili per porto e detenzione di tali prodotti che costituisce violazione dell’articolo 6 ter della legge 401 del 1989. Conseguentemente è scattata nei loro riguardi la procedura amministrativa finalizzata alla emanazione del provvedimento di polizia noto come DASPO. Si tratta di 3 persone di anni 22, 23, 27, 36 e 29 anni, tutti di Pescara e della provincia.

Inoltre, è stato dato avvio di analogo procedimento finalizzato ad aggravare il DASPO nei riguardi di G.V. di anni 39, di Foggia, pregiudicato, già sottoposto a DASPO per cinque anni dal 2016, come è noto, arrestato in flagranza di reato, per violazione allo stesso DASPO, nonché violenza e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, al termine dello stesso incontro di calcio. Il medesimo si trova tuttora sottoposto a misura cautelare.