Di Mauro tra le 50 giovani speranze del centrodestra, candidato alle Primarie social

Forza Italia “scimmiotta” il Movimento 5 Stelle e ha proposto in queste ore le Primarie Social sul sito www.centro-destra.it  (al link https://www.centro-destra.it/wordpress/primarie-social-giovani-centrodestra/ ). “3 giorni, 50 nomi, 3 preferenze: chi vorresti in Parlamento?” la domanda posta ai giovani militanti berluscones.

“Abbiamo cercato di dare la giusta rappresentanza a tutte le aree politiche del centrodestra, dando copertura a tutte le regioni e cercando candidati tra i 20 e i 35 anni. Sappiamo perfettamente che a 20 anni non si possa essere candidati alla Camera, ma questa non è una corsa ufficiale e nulla ci vieta di fare il tifo per i ‘pulcini’ della lista. Sia ben chiaro, non è una corsa ufficiale; nessuno promette candidature o seggi: è una competizione social per dimostrare le potenzialità delle giovani classi dirigenti”, assicurano dal portale, al quale si accede con una semplice iscrizione, senza codici o documenti certificati, a differenza della piattaforma Rousseau. Possono votare tutti. Tra i primi cinque si sta imponendo Raffaele Di Mauro, segretario provinciale in Capitanata, unico pugliese candidato insieme alla leccese Federica De Benedetto. Si vota fino alle 23.59 di domani lunedì 22 gennaio per quelle che sono definite come le “50 giovani speranze del centrodestra italiano”.

Lo staff azzurro spiega: “Abbiamo deciso di candidarli in una corsa social: ognuno di voi ha 3 preferenze a disposizione e 3 giorni per votare, i primi 5 classificati verranno intervistati e i loro progetti verranno presentati sulla nostra piattaforma. Essendo una competizione senza premi, vi preghiamo di non osare neanche lontanamente a pensare di fare sgambettiagli avversari perché ogni operazione verrà attentamente monitorata e senza alcuna pietà verrà immediatamente eliminato e sostituito il candidato che dovesse ricevere voti di dubbia provenienza, dall’Indocina e da connessioni anomale”. Insomma il filtro di qualità c’è anche dalle parti di Silvio Berlusconi.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come