Parcheggi, elisuperficie e ingresso unico da viale Pinto. A Foggia nasce nuova cittadella della salute

L’azienda ospedaliero-universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia, grazie all’intesa con il Comune sul piano urbanistico e ad investimenti utilizzabili in termini brevi, ha la possibilità di vedere attuate pertinenze proprie dell’Ospedale come: due grandi parcheggi per visitatori e dipendenti, grazie ad una strada di accesso agli stessi; l’isolamento del tratto di Via Luigi Pinto intercluso tra i due plessi ospedalieri, la realizzazione della progettata elisuperficie.
Con tali interventi l’azienda si configurerà come un vero e proprio “Policlinico”. La complessiva riqualificazione dell’ospedale, con l’inserimento di arredi urbani, non tralasciando le opere di urbanizzazione primaria, anch’esse progettate, consentirà finalmente il consolidamento di un aspetto estetico-funzionale che renderà più fruibile i servizi ospedalieri presenti negli OO.RR.
Inoltre, il trasferimento e il potenziamento, presso il terzo plesso aziendale “Colonnello d’Avanzo” ubicato in Viale degli Aviatori, delle attività ambulatoriali e dei servizi più orientati all’utenza extra degenziale, consentirà di perfezionare l’integrazione ospedale – territorio, anche d’intesa con la Asl provinciale, consentendo il perseguimento di obiettivi prioritari della programmazione regionale.
La concentrazione degli investimenti e dello sforzo economico-finanziario richiesto alla Regione potrà, contestualmente, completare la riqualificazione e rifunzionalizzazione dei plessi principali dell’Azienda, rimuovendo anche datate problematiche di carattere statico. Alla presentazione pubblica del progetto, prevista per il 19 dicembre, parteciperà il governatore pugliese Michele Emiliano. Non si discuterà solo di qualificazione edilizia e urbana, ma saranno illustrate le iniziative attivate e in corso di realizzazione relative all’acquisizione di potenziamento del parco tecnologico aziendale.
Il terzo pilastro dello sviluppo che sarà rappresentato nell’incontro farà riferimento al consolidamento e alla ulteriore valorizzazione della presenza, di prioritaria importanza, dell’Università degli Studi nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Foggia e agli investimenti, compatibili con il bilancio aziendale, in merito al patrimonio principale che è quello delle risorse umane.
Un ambizioso progetto integrato, quindi, che però si appalesa realizzabile con la buona volontà e la sensibilità di tutti, a cominciare dalla Regione, come finora dimostrata, per poter consentire che l’AOU di Foggia si attesti quale fondamentale luogo di offerta sanitaria accreditata e fortemente integrata con la sanità pubblica e privata.