La posta non arriva, gravi disservizi in comuni foggiani. “Governo ha il dovere di tutelare cittadini”

“La posta deve essere consegnata per tempo ai cittadini e Poste Italiane ha il dovere di organizzarsi per offrire un servizio efficace, così come il Governo ha il dovere di intervenire a tutela degli utenti”, dichiara l’onorevole Colomba Mongiello, componente della Direzione nazionale del PD, replicando alla risposta del Ministero dello Sviluppo Economico all’interrogazione presentata per denunciare i disservizi subiti dai residenti a Carlantino, Motta Montecorvino, San Marco la Catola e Volturara Appula, tutti piccoli Comuni della provincia di Foggia.

“È inaccettabile che i problemi di consegna, già effettuata a giorni alterni, siano determinati dal maltempo, dalle malattie impreviste e dalle ferie del personale o dalla toponomastica. A ciascuno di questi problemi, fatte salve le emergenze vere, si può far fronte mettendo in campo un’organizzazione che garantisca la consegna puntuale di raccomandate, bollette e pacchi, che non di rado sono smarriti determinando danni economici e conseguenze legali per i cittadini.

I sindaci di quei Comuni hanno più volte segnalato che la privatizzazione di Poste Italiane ha provocato la riduzione dell’organico e degli uffici incompatibili con la funzione pubblica svolta dall’azienda e particolarmente gravosa per chi vive e opera nei piccoli centri delle aree interne, come quelli dei Monti Dauni, aggravando i problemi di vivibilità e abbandono.

Il Governo e le Agenzie di controllo devono intervenire a tutela dei cittadini di queste aree – conclude Colomba Mongiello – che hanno diritto ad ottenere gli stessi servizi di chi vive dove non nevica”.





Change privacy settings