Turismo balneare, numeri record per l’Italia. In Puglia +23% presenze

ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Per il turismo balneare italiano è un’estate indimenticabile. Tra giugno, luglio e agosto gli stabilimenti in riva al mare hanno registrato 90 milioni di presenze, segnando una impennata del 16% rispetto ai 75,6 milioni del 2016. A rilevarlo una indagine di Cna Balneatori condotta tra 457 titolari di stabilimenti balneari, aderenti alla Confederazione, di 59 località costiere italiane.
Va all’Emilia-Romagna la medaglia d’oro per la crescita in confronto all’estate scorsa grazie a un exploit del +25%. La tallonano Puglia (+23%) e Sicilia (+22%). Quindi, nell’ordine, Liguria e Sardegna (+19%), Toscana e Veneto (+18%), Calabria e Campania (+16%).

I turisti stranieri negli stabilimenti balneari italiani sono stati mediamente il 12%, il 5% in più del 2016. Ma nel ponte di Ferragosto hanno raggiunto il 20%: un bagnante su cinque. Moltissime le prenotazioni online con punte quasi del 12% sul totale in Emilia-Romagna e di oltre il 10% in Sicilia, seguite da Puglia, Friuli Venezia Giulia e Veneto.





Change privacy settings