Arresti e denunce nel territorio di San Severo, tra i reati droga e furti

Decine di perquisizioni e controlli, sequestri di veicoli sprovvisti di assicurazione, sei arresti e tre denunce a piede libero, è il bilancio del controllo a tappeto che i carabinieri della Compagnia di San Severo, unitamente ai militari della Compagnia di Intervento Operativo e dell’11° Battaglione “Puglia” di Bari, hanno attuato nel corso degli ultimi giorni su tutto il territorio dell’Alto Tavoliere, da San Severo a San Nicandro Garganico.

Proprio a San Severo infatti i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno tratto in arresto per il reato di furto aggravato, Claudio Ruggiero, classe ’71. L’uomo era stato sorpreso dai militari subito dopo aver asportato un veicolo a tre ruote parcheggiato per strada. Alla vista dei carabinieri l’uomo ha tentato di dileguarsi ma è stato immediatamente bloccato e dichiarato in arresto. Il veicolo è invece stato restituito al legittimo proprietario. 

Arresti anche a Lesina, dove i militari, al termine di una accurata e meticolosa perquisizione presso un’abitazione di Marina di Lesina, hanno rinvenuto circa 2 chili di marijuana e 20 grammi circa di hashish, nonché materiale per il taglio e il confezionamento in dosi dello stupefacente. A finire in manette sono stati Anna Rita Bonfilio, classe ’75, e il figlio Felice Acacio, classe ’94. Per entrambi l’accusa è di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.  

A San Paolo di Civitate, invece, i carabinieri hanno tratto in arresto in esecuzione di un provvedimento cautelare, Giacinto Paolo Emilio Occhionero, classe ’77. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari per pregresse vicende penali, era stato segnalato dai militari per reiterate violazioni al regime cui era sottoposto. Nei suoi confronti è quindi stata disposta la custodia presso il carcere di Foggia.

E’ stato invece arrestato e sottoposto ai domiciliari Angelo Mancini, classe ’64. Nei confronti dell’uomo i militari della stazione di Torremaggiore hanno dato esecuzione a un’ordinanza di esecuzione pena per il reato di maltrattamenti in famiglia. L’uomo dovrà scontare una pena di sei mesi.

Per quanto riguarda invece l’area garganica, i militari di San Nicandro hanno proceduto all’arresto di Nazario Silvestro Sticozzi, classe ’67. Anche in questo caso l’uomo si trovava già ai domiciliari ed era stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per diverse infrazioni commesse. Raggiunto dai carabinieri, l’uomo è stato condotto in carcere a Foggia. 

Infine, i militari hanno proceduto anche al sequestro di quattro veicoli sprovvisti di copertura assicurativa, nonché al deferimento in stato di libertà di due uomini sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli sotto l’effetto di alcool e droga.