Parco San Felice: obiettivo raggiunto. La nuova illuminazione ci sarà

Dal degrado alla rinascita. Meno di un anno ma Parco San Felice gode ormai di nuova vita. Dopo l’inaugurazione dell’Anfiteatro all’aperto e l’organizzazione dei primi eventi, da oggi l’area che sorge nel polmone verde della città avrà un nuovo impianto di illuminazione. Un risultato soddisfacente, che ha superato persino le aspettative del progetto “Luci su Parcocittà”, lanciato lo scorso fine dicembre e che ha visto tra i testimonial della raccolta fondi, gli attori foggiani Michele Placido e Gianmarco Saurino.

16.960 euro, la somma raccolta, ben 188 i donatori tra singoli cittadini, imprese, associazioni e fondazioni. Soddisfazione è stata espressa dai principali attori di questa sfida, a partire dall’ex presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia Saverio Russo, da Rita Amatore, presidente dell’associazione di volontariato “L’Aquilone”, da Marco Muserra, presidente di Meridonare e vice presidente della Fondazione Banco di Napoli e Daniele Marrama, presidente della Fondazione Banco di Napoli. Infine da Aldo Ligustro, presidente della nuova Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

Il progetto è stato messo in cantiere lo scorso luglio – ha raccontato il professore Saverio Russo – con l’obiettivo di responsabilizzare la comunità cittadina affinché Parco San Felice non finisse più nel degrado”. A raccogliere l’eredità di un risultato importante per la Fondazione foggiana, prima sotto il nome di Banca del Monte e attualmente con il nome di Monti Uniti, è il neo presidente Aldo Ligustro, che ha più volte rimarcato l’intenzione e la volontà di continuare quanto è stato fatto dal suo predecessore, sottolineando i caratteri di generosità e cittadinanza attiva dimostrati.

Una riqualificazione che ha potuto contare sul contributo fondamentale di Meridonare, la prima piattaforma di crowdfunding social, figlia della Fondazione Banco di Napoli e promossa sul territorio dauno dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, che incoraggia le migliori idee e sostiene i migliori progetti sociali, culturali e civici del Mezzogiorno e che, grazie alla forza del web e della solidarietà, rende possibile la raccolta delle risorse necessarie per realizzarli. Meridonare è il più avanzato strumento di innovazione sociale che dà voce e forza a tutti gli attori del terzo settore che agiscono nel Mezzogiorno d’Italia. La piattaforma web, infatti, ospita solo progetti con finalità sociali, legati al concetto di pubblico interesse, aumento delle capabilities, relazione tra sviluppo umano e capitale sociale, tra performance economiche e sistemi regionali e reti di rapporti sociali, nonché costruzione di un networking territoriale, nel perseguimento di quello spirito sociale e filantropico che sin dalle origini ne ha illuminato la mission. “Il nostro sistema – ha spiegato Marco Musella, giunto in Capitanata dalla sede centrale di Napoli – è quello di cogliere l’occasione di muoversi diversamente rispetto a quanto fanno le istituzioni nei termini di far crescere le opportunità di chi vive in questi territori”.

Il progetto “Parcocittà”, promosso dall’associazione di promozione sociale “Energiovane”, dall’associazione di volontariato “L’Aquilone”, dalla cooperativa sociale Monti Dauni Multiservice – Onlus, dalla Fondazione Apulia Felix Onlus e con il sostegno della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, si propone di ristrutturare e recuperare una parte di Parco San Felice (la struttura di servizio e l’anfiteatro) al fine di realizzare una serie di attività, iniziative e laboratori (riguardanti sport e benessere, orticoltura ed educazione alimentare, educazione civica, musica, teatro, sensibilizzazione al volontariato, ecc.) rivolti in particolare alla fascia giovanile e più in generale alla cittadinanza foggiana. Il nuovo impianto luci, articolato e di qualità, permetterà una migliore fruizione degli eventi spettacolari previsti dalla programmazione che verrà allestita presso la struttura del parco.