Mafia Gargano, scomparso nel nulla il figlio di Notarangelo. Lupara bianca?

Scomparso da alcuni giorni Pasquale Notarangelo, 26enne figlio di Onofrio Notarangelo, morto ammazzato a gennaio scorso nell’ambito della guerra di mafia che si sta consumando sul Gargano. A Vieste in particolare. Il giovane, nipote di Angelo “cintaridd” Notarangelo, anche quest’ultimo ucciso in un agguato, è sparito dalla circolazione e tra i suoi familiari sta crescendo l’ansia. Stamattina la moglie ha denunciato la scomparsa ai carabinieri. Mercoledì sera il marito è uscito con la sua Fiat Punto per incontrare alcuni amici ma la sua auto è stata poi trovata parcheggiata in località Coppitella. Di Pasquale Notarangelo nessuna traccia.

Si teme l’ennesimo caso di lupara bianca sul Gargano. Secondo alcuni era lui il vero obiettivo dei killer e non il padre. Al momento non si può escludere alcuna ipotesi. Nemmeno quella di una fuga scaturita dal fatto di sentirsi in pericolo di vita. Ma la forte preoccupazione dei parenti fa propendere per la tesi più drammatica.

Ricordiamo che a Vieste è in atto una faida tra la fazione di Marco Raduano, ex braccio destro di “cintaridd” e, appunto, i Notarangelo. In pochi mesi le morti di Vincenzo Vescera, Giampiero Vescera, Onofrio Notarangelo e l’agguato (fallito) a Girolamo Perna mentre era in auto coi figli piccoli. L’allarme resta elevatissimo.





Change privacy settings