Primarie Pd, carabinieri nei seggi del Gargano. A Foggia la denuncia di Cislaghi

Disordini, battibecchi e persino un respinto. Inizio convulso per le primarie del Pd in provincia di Foggia. Su Facebook la denuncia di Giorgio Cislaghi del circolo politico Che Guevara: “Oggi mi sono recato al seggio dove si tengono le consultazioni del Pd per eleggere il loro segretario nazionale. Mi hanno impedito di votare perché “persona ostile al Pd”. Ho fatto, e rinnovo con più forza, l’invito a votare per Michele Emiliano, per dare forza a chi nel Pd vuole abbattere i muri che Renzi ha costruito a sinistra”. Poi Cislaghi ha pubblicato anche un video spiegando che a contestargli il voto sarebbe stato Mariano Rauseo, segretario del Pd foggiano.

Problemi anche sul Gargano. A Vieste una pattuglia dei carabinieri è intervenuta per sedare gli animi e acquisire le generalità di due persone. Militari in azione anche a San Giovanni Rotondo dove si sarebbe verificata un’altra “respinta di voto”.