Sale la febbre per Libando, anche chef stellati per la quarta edizione

È l’evento di punta dell’amministrazione Landella e, per il quarto anno consecutivo, è tutto pronto per il suo ritorno in città. “Libando, viaggiare mangiando”, il festival dello street food animerà il centro storico di Foggia dal 20 al 23 aprile. Un modello che ha funzionato bene negli anni, conquistando successi e che ha visto crescere le sue collaborazioni. Bene anche l’idea di organizzare due edizioni nel periodo natalizio. I dettagli della nuova edizione – promossa dal Comune di Foggia, Assessorato alla cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l’impresa creativa Red Hot e Streetfood Italia – sono stati presentati questa mattina, nella sala consiliare di Palazzo di Città. 

Grani di Puglia. Grani di qualità. Questo il tema dell’edizione 2017. “Patrimonio del nostro territorio ricco dal punto di vista agroalimentare – lo ha definito il sindaco di Foggia, Franco Landella -. Libando è per la città conoscenza, socializzazione ma anche marketing. La nostra sfida è quella di combinare la valorizzazione del centro storico con la tradizione culinaria. Ci auguriamo che eventi come questi, possano catturare il potenziale turistico adornato dai sapori tipici della nostra terra” – ha aggiunto il primo cittadino. 

Cultura e cibo di strada si fondono ancora una volta, con un occhio attento al macrotema dell’evento, “l’Urban Food”, cibo come occasione per riappropriarsi di luoghi urbani, spesso marginali. Nel programma dell’evento diversi i focus tematici che si svilupperanno attorno ad una delle maggiori ricchezze di una terra spesso definita “Granaio d’Europa”. Novità di quest’anno è l’area in piazza Purgatorio interamente dedicata a bambini e famiglie, dal nome: “Libandino”. “Saranno organizzati laboratori sulla panificazione, lavorazione di pasta e dolci, tenuti da esperti del settore – ha spiegato Ester Fracasso, presidente dell’associazione “Di terra di mare” -. Non mancheranno seminari tematici con chef ed esperti del mondo del food, che esploreranno diversi argomenti utilizzando svariati ingredienti. Quest’anno saranno presenti anche i ragazzi de La cucina del fuorisede, i campioni mondiali della pizza napoletana e un’artista che dipinge quadri con il vino”. 

Confermate le masterclass con nove chef (qualcuno in meno rispetto la precedente edizione ndr), che racconteranno e cucineranno piatti che ruotano intorno al tema del grano. Tra i presenti ci sarà Cristina Bowerman, chef donna dell’anno 2016 a “Identità Golose”, e vincitrice di due forchette da Gambero Rosso e di una Stella Michelin.                                                                                                                                                               Tornano anche la mamme del centro storico, meglio conosciute come “Mamme dei Vicoli”, che come sempre, nei panni di chef metteranno a disposizione le loro conoscenze e abilità culinarie, preparando e facendo degustare i piatti poveri della tradizione. 

Tecnici, chef e giornalisti sederanno invece, dietro un tavolo per discutere di “Strappa, mangia e parla”, e su le nuove frontiere del cibo. Maggior rilievo ed occhi puntati anche agli incontri B2B, l’offerta dei prodotti enogastronomici di qualità a buyer provenienti da Irlanda, Estonia e Lituania. 

Tradizione sì, ma anche innovazione. Dopo il successo di Refless, quest’anno è la volta di Toctocdoor, il primo social network di quartiere che dopo aver conquistato l’attenzione e il coinvolgimento di utenti e partner torinesi, ha fatto ritorno a casa, aprendo la piattaforma agli utenti foggiani. 

“Libando, viaggiare mangiando”, è diventato ormai un evento di caratura nazionale, in seguito alla presentazione nei scorsi giorni nella prestigiosa cornice della BIT di Milano. Un contributo importante è stato donato infatti, dalla Regione Puglia, insieme a PugliaPromozione, Symbola, Accademia Italiana Gastronomia Storica, Federturismo, Distretto Produttivo Puglia Creativa e Consolato di Puglia, Molise e Basilicata. 

“E’ l’evento d’ orgoglio per la città e dei suoi produttori” – commenta l’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani -.  Libando è un racconto della città a 360°, saranno aperti infatti anche la Cattedrale e il Museo Civico del Territorio”. 

“Con questi eventi dovremmo incominciare ad innamorarci della nostra città – ha detto il presidente della commissione Cultura, Antonio Vigiano -. L’evento vuole sì valorizzare i prodotti locali ma anche l’intera città”. Sponsor dell’edizione 2017: Granoro, Amgas Blu, BCC San Giovanni Rotondo, Daunia&Bio, Ferrovie del Gargano, Molino De Vita, Scanzano Cucine, Zanussi Professional e Rosso Gargano.

Intanto martedì 11 aprile, come di consueto, una serata in anteprima con “Aspettando Libando”. Ristoranti e pub di Foggia e provincia offriranno menu degustazione a soli dieci euro. Apertura del villaggio enogastronomico (piazza Cattedrale, via Duomo, piazza Municipio, piazza Purgatorio, piazza Martiri Triestini) fissata alle ore 18 del 21 aprile.



In questo articolo: