Muri distrutti e scritte volgari, i vandali comandano in Piazza Municipio

Non c’è pace per Piazza Municipio a Foggia. L’area, situata alle spalle di Palazzo di Città continua ad essere terra di vandali e degrado. È quanto testimoniano le foto, pubblicate dall’assessore all’ambiente Francesco Morese, che commenta l’increscioso episodio con il termine “Animali”.

Scritte scurrili e volgari incise con vernice rossa comparivano soltanto pochi giorni fa. Questa notte qualcun altro invece, si è divertito distruggendo in piccoli pezzi parte del muretto. Un’altro risveglio spiacevole e crudele per l’intera città.

Sul caso è intervenuto anche il sindaco di Foggia, Franco Landella: “Vandalizzare una piazza, nel cuore della città, a due passi dai palazzi delle istituzioni, è qualcosa che fa rabbrividire. È il sintomo evidente di un’inciviltà profonda, radicata, violenta. Siamo sbigottiti di fronte a questa pervicacia ignobile, che pare aver preso di mira il tratto di via Le Maestre alle spalle di Palazzo di Città, prima imbrattandolo con scritte oscene ed oggi addirittura distruggendone i muretti. La condanna per queste azioni è totale. Senza alcuna possibilità di attenuante o giustificazione. 

Non si tratta di una ‘bravata’. Né uno scempio di tale portata può essere derubricato a ‘ragazzata’. Siamo ampiamente nel campo dell’inciviltà più completa, rispetto alla quale esprimo lo sdegno dell’Amministrazione comunale, interpretando il sentimento dell’intera comunità cittadina.

Siamo già al lavoro per provvedere rapidamente alla riparazione delle conseguenze di questa gratuita e vigliacca dimostrazione di vera e propria delinquenza. Contestualmente il Corpo di Polizia Municipale ha avviato le indagini per verificare la possibilità di risalire agli autori degli atti di vandalismo, in modo da poterli denunciare senza indugio alle autorità competenti. L’area è infatti controllata attraverso il sistema di videosorveglianza, attivo e funzionante.

Chi si è reso protagonista di questo comportamento scellerato, a cui mancano le più elementari nozioni di rispetto dei beni e degli spazi pubblici, va isolato e messo ai margini dalla maggioranza dei cittadini perbene. Vandalizzando quella piazza si è procurato un danno a tutti i foggiani. Si è inferta una ferita a ciascuno di noi. I vandali sono nemici di Foggia. E noi dobbiamo impegnarci con ancor maggior vigore a sconfiggere loro e le orrende pratiche a cui sono abituati”.