99Borghi, #RaccontodiPuglia: visite guidate tra le bellezze della provincia di Foggia

“99 Borghi – #RaccontodiPuglia”, è l’iniziativa turistico-culturale in programma domenica 2 aprile, promossa da Confguide Puglia e Pugliapromozione e Confcommercio Puglia. Una giornata di visite guidate e gratuite per un viaggio nei racconti delle nostre tradizioni per riscoprire angoli, vicoli e luoghi della nostra Regione, noti e meno noti. La manifestazione si articolerà in due appuntenti guidati: il primo alle 10 del mattino e il secondo alle 17 del pomeriggio. Ben 17 i Comuni della Capitanata coinvolti e che, renderanno fruibili le loro risorse culturali, ambientali e naturalistiche.

Questa mattina ad illustrare i dettagli e gli itinerari di “99 Borghi – #RaccontodiPuglia”, presso la sede di Confcommercio Foggia,  il Presidente Provinciale Confcommercio, Damiano Gelsomino, il presidente di Confguide Foggia, Giuseppe Frattarolo, il direttore Confcommercio Puglia, Giuseppe Chiarelli, le guide turistiche e gli Amministratori delle città coinvolte. 

Una domenica alla scoperta dei territori di Capitanata,  tra chiese, spiagge garganiche, architettura e luoghi di fede. Il palazzo vescovile di Lucera, sorto alle fine del ‘700, è un gioiello di arte sacra e devozione. Pare che le sue stanze racchiudono segreti tutti da scoprire. Monte Sant’Angelo, Alberona, Orsara di Puglia, San Marco in Lamis, Cagnano Varano e Carpino: borghi terra di battaglie e lotte sanguinose e punto di incontro millenario tra storia, cultura e devozione. Apricena e la sua torre dell’orologio dalle origini incerte. Le case in pietra calcarea rifugio per contadini e animali della bellissima Mattinata, il castello di Vieste, realizzato da Federico II sui ruderi di un maniero di epoca angioina, Manfredonia, e la sua fontana raffigurante un gigante circondato da tre figure femminili.
San Severino Abate, è l’edificio sacro più antico di San Severo. La devozione del popolo per il patrono è legata alla leggenda secondo cui egli andò due volte in soccorso della città. Anche Foggia,  città capoluogo nell’itinerario di “99 Borghi”.  Architettura e devozione si fondono nella cittadina di San Giovanni Rotondo.  La sua chiesa di San Pio fu fortemente voluta dai frati cappuccini e dai pellegrini. La sua struttura moderna porta la firma di Renzo Piano. Il parco archeologico – naturalistico di San Nicandro Garganico mostra i resti della città di Devia, la  chiesa Madre di Rignano Garganico.
“Abbiamo tutte le potenzialità per uscire da questa osannata crisi che attanaglia il nostro territorio – ha dichiarato il Presidente Provinciale Confcommercio, Damiano Gelsomino -. Questa iniziativa, finora mai svolta, serve principalmente a far sì che tutti insieme, Gargano, Monti Dauni e Capitanata facciano rete con l’obiettivo di far rifiorire il territorio”.

Diverse le guide turistiche professionali che accompagneranno i partecipanti nei due appuntamenti guidati. Inoltre, sarà distribuito loro un diario di bordo cartaceo. “Il progetto numero zero parte il 2 aprile ma aspira già a diventare continuo e  stabile durante tutto l’arco dell’anno con l’intento di valorizzare ed animare i borghi del patrimonio architettonico e culturale presente nell’intera Regione Puglia – ha spiegato il Direttore Confcommercio Puglia, Giuseppe Chiarelli -. Il numero 99 indica proprio il fatto che sono tanti i borghi che ancora mancano all’appello, dei 258 pugliesi in totale, e che, in futuro, ci auguriamo possano far parte di questa iniziativa.  Sul sito è presente anche una sezione convenzioni dedicata a tutte quelle strutture ricettive ed alberghiere che vogliono rientrare nell’iniziativa.

“99 Borghi” è una prima vetrina di lancio, che va di pari passo con l’iniziativa “Borghi Autentici di Puglia”, anch’essa frutto delle sinergie del territorio e che portano avanti il binomio turismo e cultura. L’hashtag #RaccontodiPuglia viaggia sopratutto online e sui social grazie ai profili Facebook e Instagram, totalizzando nelle ultime ore ben 270mila contatti che hanno visualizzato i post dei Comuni coinvolti. Appuntamento, quindi, domenica 2 aprile in 99 Comuni pugliesi.