Paura in un deposito di Cerignola, commando armato picchia e lega 48enne

Picchiato e imbavagliato nella notte. Attimi di paura per un cittadino bulgaro di 48 anni, custode di un deposito di attrezzature agricole lungo via Ofantina a Cerignola. Secondo quanto ricostruito dalla vittima, sette persone armate di pistole e kalashnikov hanno fatto irruzione nell’edificio intorno all’una e trenta di notte. Prima hanno legato il 48enne poi hanno provato a farsi consegnare le chiavi di tre mezzi pesanti parcheggiati all’interno del deposito. Ma il custode non ne era in possesso e la banda criminale è fuggita via a mani vuote. Prima, però, i malviventi hanno esploso alcuni colpi di fucile contro la facciata del deposito. Sul caso indagano i carabinieri.



In questo articolo: