Donna aggredita e rapinata a Foggia, malviventi fuggono ma si schiantano con l’auto

carabinieri

Neve e gelo non fermano la voglia di delinquere. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Foggia hanno tratto in arresto un pregiudicato, Angelo Pasquariello, classe ’88, di Ascoli Satriano, e ora sono a caccia del suo complice, per una rapina avvenuta domenica ai danni di una signora.

Domenica sera, infatti, un giovane, dopo essersi calato sulla testa il cappuccio del giubbotto, ha raggiunto vittima e con un taglierino ha tagliato la tracolla della borsa che la signora teneva sotto la spalla, tentando di sottrargliela. La donna ha cercato di trattenerla ma il malfattore è riuscito ad impossessarsene e con un violento spintone ha provocato la caduta della vittima. Il rapinatore è poi salito a bordo di una Ford Focus, alla cui guida lo stava aspettando Pasquariello. I due sono fuggiti ma, dopo pochi metri, si sono scontrati con una Fiat Croma all’altezza del bar Cocò (zona Piazza Padre Pio).

I carabinieri, allertati da alcuni passanti che avevano assistito all’accaduto e che avevano anche soccorso la donna, immediatamente sono giunti sul posto, bloccando Pasquariello, mentre il complice era già fuggito a piedi dileguandosi nelle vie circostanti. All’interno dell’autovettura rinvenuto il taglierino utilizzato poco prima nonché la refurtiva sottratta alla vittima, subito restituita alla legittima proprietaria. La malcapitata, soccorsa da personale del 118, se la caverà con 7 giorni di prognosi. Pasquariello è stato arrestato e condotto in carcere.