Divina Provvidenza, garantiti posti di lavoro e contratti. L’esito dell’incontro a Roma

20170105_141209

Il gruppo Universo Salute si è presentato questa mattina presso il Ministero dello Sviluppo Economico alle organizzazioni sindacali alla presenza del commissario Bartolo Cozzoli e davanti ai funzionari del Mise. Il presidente del gruppo, Michele D’Alba, nella relazione presentata ha dichiarato l’impegno del gruppo a mantenere tutti i livelli occupazionali ed il ed il contratto collettivo nazionale di lavoro attualmente in essere. Il vicepresidente del gruppo, Luca Vigilante, ha esposto la storia dei gruppi che hanno fondato Universo Salute, con quasi cento anni d’esperienza nel mondo sanitario. Tra i sindacati, il segretario dell’Usppi Nicola Brescia ha vantato il nuovo gruppo, valutato negli anni per la presenza decennale dell’organizzazione nelle aziende degli imprenditori foggiani. 

Il commissario Cozzoli ha chiarito definitivamente alle organizzazioni sindacali che non è competenza delle stesse poter scegliere o decidere il papabile acquirente, ma è solo ed esclusivamente una sua prerogativa. A pareree dei segretari provinciali di Foggia, Massimiliano Di Fonso e Massimo Nicastro, l’incontro è stato “ampiamente positivo”, e “molte organizzazioni sindacali che erano scettiche e dubbiose hanno dovuto ricredersi dopo aver sentito gli amministratori D’Alba e Vigilante garantire livelli occupazionali e CCNL”. “Adesso si avvieranno una serie di incontri per conoscere la progettualità del gruppo ed il piano industriale – commentano -, ma il primo incontro è stato ampiamente positivo. Quasi certamente entro la fine del mese di gennaio si chiuderà il cerchio per l’acquisizione dell’ente a favore del gruppo Universo Salute. Siamo soddisfatti perché quanto detto da questa organizzazione sindacale nei mesi scorsi sul gruppo è stato oggi ribadito e compreso anche da altre organizzazioni sindacali. Qualcuno non dimentichi – concludono – che l’interesse non è del sindacalista o di una sigla in particolare, ma solo ed esclusivamente dei lavoratori di Foggia, Potenza e Bisceglie”.

IL VERBALE DELL’INCONTRO

In data 5 gennaio 2017, alle ore 12,30, in Roma, presso il ministero dello Sviluppo Economico, si sono incontrati: la Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amm. Straord., in persona del Commissario Straordinario, avv. Bartolomeo Cozzoli, assistito dai suoi collaboratori; la Universo Salute Srl, in persona del Presidente Michele D’Alba, assistito dai suoi collaboratori; le Organizzazioni sindacali. Le parti si incontrano ai sensi dell’art. 47 l. 428/90 al fine di avviare l’esame congiunto nell’ambito della procedura di trasferimento d’azienda avviata dalla Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amm. Straord. e la Universo Salute con lettera del 23 dicembre 2016, al cui contenuto si rinvia. In apertura, il Commissario Straordinario informa che un soggetto esterno ha comunicato l’intenzione di esercitare il diritto di prelazione previsto dalle vigenti disposizioni di legge nei confronti dell’azienda oggetto di cessione. Le parti, nondimeno, ritengono comunque di poter avviare il confronto. Universo Salute, pertanto, inizia ad esporre i termini della propria offerta (che prevede sia la salvaguardia dei livelli occupazionali nell’attuale monte ore, sia il mantenimento dei vigenti ccril Aris/Aiop), nonché ad illustrare i propri dati economici, imprenditoriali ed occupazionali. Intervengono, a questo punto, le organizzazioni sindacali evidenziando quanto segue:

l’Usppi ringrazia il Commissario per il lavoro svolto in questi anni, ed esprime il proprio apprezzamento per la scelta dell’Universo Salute, nonché per le rassicurazioni fornite circa il mantenimento dei livelli occupazionali e dei contratti;

la Cisl Fp Basilicata chiede, come ripetutamente domandato dalla Regione Basilicata, che l’Universo Salute fornisca il proprio piano industriale. Chiede inoltre di precisare gli eventuali impegni occupazionali della Universo Salute successivi al primo biennio, nonché chiarimenti su eventuali esternalizzazioni;

la Cgil Puglia ringrazia il Commissario per il lavoro svolto in questi anni al fine di rendere l’azienda appetibile per la cessione. Chiede alla Universo Salute di fornire chiarimenti circa i tempi e le modalità con cui prevede di intervenire presso il Don Uva, e se intende operare tramite sinergie aziendali. Evidenzia altresì l’opportunità di coinvolgere nella procedura anche le autorità regionali;

la USB Puglia e Basilicata condivide quanto già evidenziato dalle altre organizzazioni sindacali e sottolinea la necessità di approfondire gli aspetti di garanzia dei crediti dei lavoratori per periodo precedente al trasferimento, nonché di garantire gli attuali livelli occupazionali, anche attraverso la stabilizzazione del personale a tempo determinato;

la Uil fpl si associa nei ringraziamenti al Commissario, evidenziando che un anno fa le prospettive non erano tanto positive. Chiede di conoscere il piano industriale di Universo Salute;

la Ugl Sanità esprime il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dall’Amministrazione Straordinaria e dalle OO.SS. e per gli impegni assunti da Universo Salute, alla quale chiede di fornire informazioni circa il proprio piano industriale. Chiede inoltre che il promissario acquirente fornisca rassicurazione circa l’applicazione dell’art. 18 stat. Lav.;

la Fials si associa alle richieste precedenti e ribadisce la necessità di conoscere il piano industriale di Universo Salute, nonché la relativa offerta per approfondire le intenzioni aziendali sia sui ricavi (e loro eventuali incrementi), sia sui costi;

la FSI Puglia chiede di fornire il piano industriale della Universo Salute ed evidenzia la necessità di avere maggiori e più durature garanzie per i lavoratori ed i loro crediti;

l’Anpo-Ascoli-Fials Medici ritiene necessario conoscere le politiche gestionali che Universo Salute intenderà adottare presso la CDP;

la Cisl Fp Puglia, dato atto del lavoro fatto dal Commissario, evidenzia la necessità di conoscere il contenuto dell’offerta.

Interviene la Universo Salute ed evidenzia la volontà di instaurare un rapporto di collaborazione fattiva con le OO.SS., con l’intento di rendere la CDP un fiore all’occhiello della sanità pugliese e lucana. Quanto al termine biennale per gli impegni occupazionali, evidenzia che lo stesso è previsto dalla normativa, ma non coincide certamente con gli orizzonti imprenditoriali di Universo Salute. Quanto al piano industriale, evidenzia che lo stesso dipende ineludibilmente dalla domanda, e cioè in larga parte dagli enti regionali. Lo scopo di Universo Salute è portare l’azienda al proprio punto di massima efficienza, comprendendo prima sul campo i suoi punti di forza e di debolezza, sfruttando le sinergie con altre strutture del gruppo. Le parti condividono l’opportunità di proseguire il confronto alla data del 18 gennaio 2017, in luogo da definire con separata nota di convocazione. Le parti convengono altresì di derogare sino a tale data ai termini di cui all’art. 47 l.428/90.