5 arresti a Foggia, in manette prostituta per aggressione e rapina a un “cliente”

carabinieri foggia

Sette arresti è il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio messo in atto dai carabinieri della Compagnia di Foggia in prossimità delle festività natalizie. 

In particolare, nel capoluogo dauno sono state arrestate e condotte in carcere 5 persone: Umberto Lombardi, classe ’82, al quale, per le ripetute violazioni alla misura degli arresti domiciliari è stata ripristinata la custodia in carcere.

Cristina Matei, classe ’93, e Eugen Gheorghe, classe ’86, entrambi di nazionalità rumena, rintracciati a Foggia, dovranno scontare la pena di anni 3 per una rapina impropria commessa ad Aprilia nel 2012.

Roberto Braccio, classe ’91, di Foggia, dovrà scontare 4 anni e 2 mesi di reclusione, come da provvedimento emesso dalla Corte d’Appello di Bari, per cumulo di pene concorrenti per rapina, evasione, detenzione di droga ai fini di spaccio, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

stepanFlorida Stepan, classe ’91, rumena, irreperibile da diversi mesi, era destinataria di un ordine di cattura emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Foggia. I carabinieri, dopo una intensa attività investigativa, sono riusciti a rintracciarla nei pressi della stazione ferroviaria cittadina. La donna dovrà scontare 3 anni di carcere per una rapina perpetrata a Foggia sulla SS673 ai danni di un 63nne di Lucera, il quale si era appartato con lei per un rapporto sessuale. La donna dopo aver fatto abbassare i pantaloni all’uomo, con l’aiuto di un complice lo aveva colpito con pugni e schiaffi impossessandosi del portafoglio contenente 300 euro per poi fuggire. Le immediate indagini, grazie anche alla collaborazione del denunciante, avevano permesso ai carabinieri di identificare subito la donna.

A Orta Nova, invece, gli uomini dell’Arma hanno rintracciato e arrestato Ananas Atanov, bulgaro classe ’76, che dovrà scontare un anno di reclusione per ricettazione e guida senza patente.

Infine, i carabinieri di Troia hanno fermato e portato in carcere Patrizio Ventura, classe ’86, che dovrà scontare 2 anni e 5 mesi per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Troia nel 2012.



In questo articolo: