“Costi esosi per il Natale foggiano, già spesi 82mila euro”. L’affondo degli AttiVisti

natale 2016

Occhi puntati sul Natale a Foggia. A due giorni dall’accensione dell’Albero in piazza Cavour che ha dato il via ufficiale alle festività, è polemica sui costi. “Dopo la nostra richiesta in cui invitavamo il Comune di Foggia a devolvere alla popolazione vittima del sisma del Centro Italia le risorse finanziarie dedicate alle luminarie – scrivono dal Meetup AttiVisti foggiani -, si è avuto riscontro del fatto che, oltre ad una procedura negoziata al ribasso per un importo di 55 mila euro (determina n.1187 del 22 novembre 2016), sono stati effettuati tre affidamenti diretti per un importo complessivo di 82 mila euro”.
Le determine dirigenziali a cui il meetup fa riferimento, e che è possible visionare anche sull’albo pretorio del sito istituzionale del Comune di Foggia, riguardano l’installazione temporanea di una Cassa Armonica ubicata in Piazza Cavour (determina n.1214 del 24-11-2016) per un importo di 3.050 euro, l’installazione temporanea di un Albero di Natale in legno e luminarie sempre ubicato in Piazza Cavour (determina n.1215 del 24-11-2016) per un importo di 15.860 euro, la fornitura di 4 mascotte tipo pacco regalo e pupazzo di neve (determina n.1218 del 24-11-2016) per un importo di 1.000 euro.
Il meetup “AttiVisti foggiani” si domanda (e domanda all’amministrazione, nonché ai cittadini) se fosse davvero necessario investire una cifra così importante per il periodo natalizio e se la proposta del meetup, visto il periodo socio-economico molto delicato che vive la nostra città, sia stata almeno recepita e discussa dalla giunta guidata dal sindaco Franco Landella.
“L’importo investito per il periodo natalizio è solo una parte di quello che si spenderà con le altre iniziative – scrivono ancora -. Rimaniamo perplessi di fronte all’impegno di una cifra così esosa visto che, oltre alla proposta del nostro meetup “AttiVisti foggiani”, ci sono tematiche che lo stesso gruppo di cittadini e che l’associazione radicale “Maria Teresa di Lascia” stanno portando avanti. Ne è un esempio il piano di eliminazione delle barriere architettoniche, che la stessa amministrazione del sindaco Franco Landella si era impegnata a risolvere ormai più di 150 giorni fa con una mozione PEBA approvata in consiglio comunale il 22 giugno”.
Oltre alla questione delle barriere architettoniche il meetup si sta dedicando, da alcuni mesi, alla realizzazione di un censimento delle strade dissestate, anche grazie al contributo dei cittadini. “Le strade del capoluogo, infatti, sono ormai ridotte ad uno stato pietoso e il Comune sta cercando di sistemare coprendo le buche con del bitume senza una vera programmazione per risolvere un problema che da troppo tempo affligge tutti i cittadini. Faremo ulteriori approfondimenti sulla spesa reale che l’amministrazione dedicherà ad eventi attinenti alle festività natalizie perché, gli 82 mila euro finora spesi rappresentano solo un investimento parziale dedicate alle iniziative per intrattenere i foggiani durante questo Natale”.