Il mito di “Miseria e Nobiltà” rivive al Piccolo Teatro di Foggia. Un weekend tutto da ridere

miseria e nobiltaUn capolavoro della tradizione drammaturgica italiana, firmata al grande Eduardo Scarpetta nel 1888, per il prossimo appuntamento al Piccolo teatro di Foggia, dove, sabato 10 dicembre, debutta lo spettacolo Miseria e Nobiltà, per la regia di Dino La Cecilia.
Uno degli appuntamenti più attesi della XXI stagione dello storico teatro di via Nicola Delli Carri, che proietta il pubblico nella intensa atmosfera delle festività natalizie con una storia che appartiene – grazie anche all’indimenticabile interpretazione di Totò – al patrimonio e immaginario collettivo nazionale.
La vicenda è quella nota dello squattrinato Felice Sciosciammocca, che vive alla giornata facendo lo scrivano e condividendo la casa con il figlio Peppiniello, la nuova compagna Luisella, l’amico Pasquale, di professione fotografo ambulante, con la rispettiva moglie Concetta e la figlia Pupella.

Una commedia in cui il tema centrale è la “fame”, un tema sempre attuale se inteso come fame di lavoro, di giustizia, di riscatto di un popolo, che diventa punto di partenza per riflessioni filosofiche e sociali, all’insegna di un umorismo amaro e grottesco.
In scena, oltre allo stesso Dino La Cecilia, che ha curato l’adattamento scenico per la compagnia Palcoscenico, Serena Capasso, Rocco Morra, Sarah Panessa, Rita dell’Aquila, Maria Casalucci, Oreste delle Donne, Lucio Vinella, Fabio Conticelli, Luca Citarelli, Giuseppe Mauriello, Gino De Stefano, Antonella Imperatrice, Maria Assunta Paciello.
Lo spettacolo, andrà in scena ogni sabato e domenica alle ore 20.30 ( sipario h. 21.00) dal l’11 dicembre 2016  al 22 gennaio 2017.

Ingresso riservato ai soli soci. Per informazioni rivolgersi alla segreteria o contattare lo 0881.72 34 54.





Change privacy settings