Donate cellule staminali agli Ospedali Riuniti di Foggia. “Gesto in totale anonimato”

021204-N-0696M-180 Georgetown University Hospital, Washington, D.C. (Dec. 4, 2002) -- Surgeon Dr. Hans Janovich performs a bone marrow harvest operation on Aviation Electronics Technician 1st Class Michael Griffioen. The procedure consists of inserting a large-gauge syringe into an area of the hip and extracting the bone marrow. It is transfused into the recipient, and helps to recreate and replenish T-cells and the white and red blood cells killed while undergoing chemotherapy. Griffioen is assigned to the Pre-commissioning Unit Ronald Reagan (CVN 76) and was matched with an anonymous cancer patient through the Department of Defense Marrow Donor Program. U.S. Navy photo by Photographer’s Mate 2nd Class Chad McNeeley. (RELEASED)

Il centro donatori midollo osseo del servizio di Immunoematologia e trasfusione (SIMT) dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia (Michele Centra direttore del dipartimento e Filomena Sportelli responsabile del dipartimento), comunicano che nel corrente mese di novembre un donatore volontario, iscritto al Registro Donatori di Midollo Osseo IBMDR, ha donato cellule staminali ematopoietiche da midollo osseo, in anestesia generale.
E’ il sedicesimo donatore di midollo osseo del Centro Donatori degli “OO.RR.” che ha selezionato ed iscritto fino a questo momento al registro nazionale ben 2.300 potenziali donatori. Il Centro segue i potenziali donatori durante tutto l’iter e gli steps previsti dal registro italiano donatori di midollo osseo (Italian Bone Marrow Donor Registry).
Numerose sono le difficoltà che incontrano i pazienti ematologici che necessitano di un trapianto di midollo osseo nel trovare un donatore compatibile, in quanto la compatibilità tra non consanguinei è di 1:100.000.
La direzione strategica degli “Ospedali Riuniti” ringrazia tutto il personale del Servizio di Immunoematologia e Trasfusione e l’associazione donatori midollo osseo (ADMO) di Foggia, presieduta da Ina Fischetti, che quotidianamente sono sempre in prima linea per promuovere la cultura della donazione.
“Si ringrazia il dottor Michele Carella – dichiarano da viale Pinto -, responsabile del centro prelievo IBMDR di Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, per la collaborazione e il prezioso supporto alla donazione. Un ringraziamento e un riconoscimento particolare – sottolinea il direttore sanitario degli OO.RR., Laura Moffa – va ai ragazzi e alle ragazze che hanno donato in totale anonimato, con la consapevolezza che questo traguardo sarà un ulteriore stimolo per successivi e importanti risultati nei mesi a venire”.