Fine dei musei foggiani, grido d’allarme dei lavoratori. Ma Emiliano “garantisce”

museo provinciale foggia

“In base alle informazioni attualmente disponibili e in assenza di provvedimenti da parte delle autorità competenti, a partire da lunedì 21 novembre i Musei provinciali saranno chiusi definitivamente e i 29 lavoratori part-time licenziati a 20 anni dall’istituzione del Museo provinciale di Storia Naturale”. A dichiararlo con una nota, i lavoratori dei Musei provinciali, l’Osservatorio del turismo e l’Infopoint. “Il nostro territorio, già segnato pesantemente da illegalità, criminalità, corruzione (tutti aspetti fortemente favoriti da un deficit culturale), può permettersi di perdere uno dei già pochi e superstiti baluardi istituzionali di civiltà che, pur con scarsità di mezzi e di considerazione, collabora quotidianamente con le altre realtà culturali e in particolare scolastiche, per la diffusione della cultura scientifica nel nostro meraviglioso territorio? Tutto ciò proprio mentre il Governo incentiva la diffusione della cultura tramite le aperture straordinarie dei musei statali. 

Ci sembra opportuno comunicare il grandissimo successo di pubblico registrato da questo Museo (pur nel breve periodo che ci è stato dato: due mesi). Seguono i dati numerici documentati: dalla riapertura del Museo di Storia Naturale il 19 settembre (considerando i lunghi periodi di chiusura precedenti) fino ad oggi hanno visitato il museo ben 1.503 visitatori, in gran parte studenti che hanno effettuato sia la visita guidata che attività di laboratorio; da domani fino al 19 novembre (attualmente ultimo giorno di apertura del Museo) abbiamo altri 809 studenti prenotati; per un totale complessivo 2.312 visitatori in due mesi di apertura (non considerando i visitatori non scolastici che visiteranno il museo nei prossimi giorni). I lavoratori della Promodaunia (partecipata in house della Provincia di Foggia), che gestisce i tre Musei provinciali (di Storia Naturale, Interattivo delle Scienze e del Territorio), l’Osservatorio del turismo e l’Infopoint di Capitanata invitano tutti a visitare il Museo provinciale di Storia Naturale e ad incontrare i suoi utenti ed operatori il prossimo 14 novembre alle ore 11 in vista della chiusura definitiva di questi importanti contenitori culturali”.

Sul tema è intervenuto anche il consigliere comunale Vincenzo Rizzi: “Da tempo chiediamo una programmazione credibile, per evitare che questi contenitori restino soltanto carrozzoni capaci solo di garantire un po’ di occupazione senza prospettive. Serve investire in cultura, promuovendo l’aggiornamento delle risorse umane e delle strutture, spesso piegate all’abbandono perché non in grado di garantire nemmeno la manutenzione dei reperti”. Il governatore Michele Emiliano, poco fa ha dichiarato alla stampa locale che la Regione “si farà carico della fase transitoria, ma bisogna garantire un futuro alle province per tornare a ragionare di programmazione e rilancio dei musei”.