“La villa comunale di Cerignola è rinata”, parola dell’assessore Zamparese. “Ridotti i costi”

Villa-Comunale-Cerignola
Un’amministrazione lungimirante e concreta ha restituito alla città il suo parco, la Villa Comunale. Uno spazio che oggi risulta, oltre che pulito, anche riqualificato nei servizi e nella gestione e capace di offrire nell’immediato ma anche in futuro diversi posti di lavoro”.
Queste le parole di Pia Zamparese, assessore al ramo che in sinergia con l’amministrazione, ha lavorato per la realizzazione di questo ambizioso progetto.
Il binomio pubblico-privato e una forte attenzione ai costi, ridotti dai 70mila euro annui per i soli bagni a 50mila euro per tutti i servizi, hanno così prodotto un notevole risparmio per l’amministrazione. Ma non solo. L’interlocutore unico ha permesso di vedere ripristinati velocemente tutti i servizi nell’ottica di un reale miglioramento dello spazio pubblico”.
Un bando – aggiunge la Zamparese -, che farà scuola rispetto alle future gestioni dei parchi pubblici. Infatti questa amministrazione già pensa a soluzioni simili per il Parco della Mezza Luna e Parco Baden Powell. L’ente comune sarà così certo di poter ripristinare velocemente tali spazi verdi, ma soprattutto di mantenerli in uno stato d’uso ottimo grazie alla gestione affidata a privati”.