Sannella su RDZ: “Il mister deve fare il mister. Eravamo arrivati a un punto di non ritorno”

Fedele Sannella
Fedele Sannella

Messe in giro voci infondate. Siamo pronti a valutare se querelare chiunque getta fango o mette in circolo notizie non corrispondenti al vero”. È perentorio Fedele Sannella nel commentare le ultime voci sul ritorno di De Zerbi. “Il nostro allenatore è Giovannino Stroppa. Le notizie circolate ieri sera sono dipese da un amico di De Zerbi (Di Marzio) che forse pensava di aiutarlo in questo modo. Ma da parte nostra non c’è mai stata la volontà di fare passi indietro”.
Insomma, capitolo chiuso. Sannella ci ha spiegato anche i motivi dell’esonero: “Il mister deve fare il mister. Invece ci sono state troppe sovrapposizioni già tollerate in passato. Ormai eravamo arrivati a un punto di non ritorno. L’esonero – ha aggiunto – non è frutto delle divergenze di mercato con il ds Di Bari. Abbiamo sempre ottemperato a tutte le richieste di De Zerbi e stiamo continuando a lavorare per rinforzare la squadra. Prenderemo un terzino sinistro e un centravanti di spessore”.

Intanto alcuni giocatori avrebbero espresso il desiderio di cambiare aria dopo l’addio di De Zerbi. “Non mi risulta – ha spiegato Sannella -. Se qualcuno ha questo in mente non posso saperlo. Ma da che mondo è mondo capita che le società possano esonerare l’allenatore. Non siamo certo i primi”.
Poi un messaggio ai tifosi: “Devono sentirsi soddisfatti e orgogliosi. Rafforzeremo la squadra per puntare dritti alla Serie B. I nostri obiettivi non cambiano”.