Sanità, Emiliano riesuma (dopo 5 anni) la “commissione permanente”. Ecco i componenti

commissione permanente sanita

Si è insediata questa mattina la conferenza permanente per la programmazione sanitaria e socio-sanitaria regionale, presieduta dal governatore Michele Emiliano. “Avere un board di consultazione permanente sulla sanità è una grande opportunità – ha detto Emiliano dando il via alla seduta – questo è un organismo che non toglie nulla al consiglio regionale, è un organismo più compatto che lega direttamente l’attività della giunta con quella degli enti locali. Avremo calendari serrati e discussioni rapide e non dispersive perché questo deve essere un organismo operativo che chiede notizie (coadiuvato dal comitato tecnico che dovrà essere nominato nei prossimi giorni ndr), prende decisioni e dà indirizzi all’assessore. Potrà essere molto utile per validare e approfondire le azioni di programma del governo”. “Penso, ed è il motivo per il quale ho ritenuto di insediare questa conferenza permanente – ha continuato Emiliano – che ci sia comunque la necessità, anche di fronte ad un atto programmatorio calato dall’alto, di declinarlo in sede locale. Questo è un organismo nato per l’approvazione dei Pal (i Piani attuativi locali), ma che può essere tranquillamente utilizzato come organismo permanente di confronto. Sinceramente mi è parso un peccato non utilizzarlo”.

commissione permanente puglia plateaLa Conferenza permanente non è stata più insediata sin dal 2011, perché si pensava che avesse perso significato a causa dell’entrata della Puglia in piano di rientro prima e operativo dopo. “Insediare la Conferenza oggi significa costruire un pezzo di interlocuzione del quale io sentivo la mancanza – ha spiegato Emiliano – mi piacerebbe che questo organismo, dotato anche di una struttura tecnica, abbia una funzione di stimolo alla partecipazione degli organismi degli enti locali. Non è un organo pletorico, può essere una buona occasione di confronto permanente con la giunta e con gli uffici. Ecco perché la mia amministrazione ha ritenuto di insediarla al più presto possibile. Ci serve una interlocuzione a livello locale anche se la programmazione sanitaria è totalmente nelle mani del governo. Ciò nonostante riteniamo che questo organo sia importante per fare la declinazione in sede locale degli indirizzi strategici soprattutto in questo momento che la Regione Puglia ha in ballo il piano di rientro e il piano operativo”.

Sollecitato dai giornalisti sul piano di riordino, Emiliano ha detto che la interlocuzione con il governo “si sta svolgendo in maniera del tutto positiva”. “Dopo molti annunci verbali sulla sostanziale positività del piano di riordino – ha aggiunto Emiliano – riteniamo che si arriverà ad una conclusione documentale che ci consentirà di varare definitivamente la delibera regolamentare che vara il piano di riordino che è solo una piccola parte della visione complessiva programmatoria”. “In maniera preventiva e prima di chiudere questa fase – ha concluso il presidente – il governo regionale ha ritento di chiedere alla commissione consiliare sanità, venerdì 29 luglio, di fare un ulteriore approfondimento sugli emendamenti proposti in commissione e sulle informazioni che andremo a dare in merito alla interlocuzione con il governo”.

La Conferenza infine alla unanimità ha nominato Michele Emiliano presidente dell’organismo e Salvatore Negro vicepresidente. Tra i componenti, invece, figurano: Raffaele Piemontese (assessore al Bilancio); Domenico Santorsola (assessore alla Qualità dell’ambiente), Leonardo Di Gioia (assessore all’Agricoltura e Risorse Agroalimentari), Antonio Decaro (sindaco di Bari, presidente della Conferenza dei Sindaci ASL BA e sede dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Policlinico” di Bari), Nicola Giorgino (sindaco di Andria e presidente della Conferenza dei sindaci ASL BT), Angela Carluccio (sindaco di Brindisi e Presidente della Conferenza dei Sindaci ASL BR), Franco Landella (sindaco di Foggia, presidente della Conferenza dei Sindaci ASL FG sede dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia), Paolo Perrone (sindaco di Lecce e presidente della Conferenza dei sindaci ASL LE), Ippazio Stefano (sindaco di Taranto e presidente della Conferenza dei sindaci ASL TA), Nicola Rosato (rappresentante ANCI Puglia), Salvatore Selce (rappresentante UPI Puglia), Marco Lacarra (consigliere regionale), Alfonsino Pisicchio (consigliere regionale) e Luigi Manca (consigliere regionale).