Gioco d’azzardo, 19enne foggiano picchia familiari per soldi. I genitori lo denunciano

gioco-azzardo

Botte a genitori e fratello piccolo. Un 19enne foggiano ha scatenato la collera sui suoi parenti più stretti. Voleva il denaro per giocare alle macchinette, un vizio diventato malattia tanto da aver mandato il giovane più volte in escandescenza. A farne le spese la famiglia, alle prese da circa un anno con le richieste del 19enne. Continuava a pretendere soldi a tal punto da essere denunciato dai genitori già nel settembre 2015. Poi ancora a febbraio. In caso di rifiuto, il 19enne passava alla violenza. Dopo l’ennesimo episodio avvenuto nelle ultime ore, il gip del tribunale di Foggia ha emesso un provvedimento di allontanamento dall’abitazione dei genitori. Ora è affidato alle cure di un parente ma deve rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.



In questo articolo: