Un’arma in più contro il cancro, inaugurato l’acceleratore lineare. “Unico al Sud”

Emiliano_oggi_al_Fazzi

“Si tratta di una giornata davvero molto bella non solo perché l’Oncologico si dota di un macchinario di ultima generazione utilissimo per la radioterapia, ma perché tutto questo è avvenuto a seguito di eventi sicuramente dolorosi, da parte di associazioni che, in nome di pazienti hanno raccolto firme e stimolato la decisione pubblica ”. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo questa mattina a Lecce all’inaugurazione del nuovo acceleratore lineare in dotazione alla reparto di Radioterapia dell’Ospedale “Vito Fazzi”.

“Si tratta – ha spiegato Emiliano – di un’attrezzatura straordinaria, la prima nel Mezzogiorno, che rafforza la rete oncologica della Puglia e di questo ringrazio pubblicamente il direttore Santantonio per tutto il lavoro che è stato fatto finora. Dotarsi di una macchina del genere vuol dire innanzitutto evitare a tanti malati pugliesi di fare questi ‘viaggi della speranza’, faticosi e costosi”.

acceleratore-lineare-1Il nuovo acceleratore lineare riunisce in un unico sistema lo stato dell’arte della tecnologia e delle metodiche radioterapiche, rendendo funzioni avanzate disponibili per tutti i tipi di trattamenti. In un sistema sanitario in cui la qualità della vita, efficacia dei trattamenti e basso impatto socio-economico vanno di pari passo, diventa fondamentale poter contare su soluzioni che offrano un ampio spettro di opzioni terapeutiche senza perdere le qualità tipiche dei sistemi dedicati. Per questo, la caratteristica che una soluzione tecnologica deve avere per offrire tali possibilità è la “versatilità”, sia nell’approccio clinico, sia nell’uso quotidiano. In nuovo Acceleratore, chiamato “Versa Hd”, rappresenta una soluzione flessibile in grado di offrire terapie convenzionali per trattare un ampio range di indicazioni e, nel contempo, consente trattamenti complessi che richiedono una precisione elevatissima e l’impiego di tecniche avanzate.

Nel corso dell’inaugurazione sono stati ringraziati i familiari della giudice Annunziata Francioso che hanno donato gli arredi delle sale d’attesa, intendendo in questo modo fornire testimonianza di gratitudine al reparto dove è stata curata e seguita. La sala dell’Acceleratore è stata intitolata al signor “Alessandro Malatesta”,un paziente che si è adoperato a sensibilizzare il territorio e sollecitare la Asl di Lecce a velocizzare i tempi per l’acquisto della macchina.