Nasce il Distretto Turistico del Gargano, la firma in Prefettura. Darà sostegno a operatori turistici

distretto turistico del Gargano

Sottoscritto il protocollo d’intesa per la nascita del Distretto Turistico del Gargano, la firma oggi pomeriggio in Prefettura a Foggia. Presente la padrona di casa, il prefetto Maria Tirone, l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone e i rappresentanti dei comuni dell’area garganica ma anche di Isole Tremiti, Zapponeta e Chieuti. Con il documento, i sottoscriventi si impegnano a sottoporre alla Regione, che aderisce al progetto, di proporre al MiBACT che tutti i 18 comuni che rientrano nel Parco Nazionale del Gargano – oltre ai comuni di Chieuti, Zapponeta e delle Isole Tremiti – vengano ricompresi nel distretto turistico. “La proposta di distretto turistico del Gargano è insieme un investimento ed una sfida sia per le imprese, perché facciano rete tra loro, sia per i comuni – ha detto la Capone -, perché procedano alla semplificazione burocratica. Se queste due condizioni non si realizzeranno non ci saranno incentivi né agevolazioni fiscali. Questo prevede lo strumento del distretto turistico che abbiamo siglato col prefetto a Foggia. Ma siamo sinceri: il patto è qualcosa di più che un’intesa formale. È un impegno a collaborare per esaltare le qualità del Gargano con le sue diversità e le sue unicità nel panorama turistico pugliese e dei prodotti turistici che dobbiamo valorizzare e promuovere”. Secondo l’assessore regionale “ognuno nel suo ruolo e con le sue responsabilità nell’ottica di una reciproca collaborazione fattiva e concreta. Puglia 365, il piano strategico del turismo della regione che stiamo scrivendo insieme agli enti pubblici e agli operatori privati, accompagnerà questo percorso esaltandone le positività e accompagnando imprese e istituzioni nelle soluzioni dei fatti critici. Il trend della Puglia è positivo e la congiuntura internazionale ci può aiutare ma il fattore fortuna non può essere lasciato solo. Dobbiamo organizzarci per fare la migliore accoglienza possibile e continuare a promuovere un territorio e un’umanità bellissima come la nostra”.

“Il distretto – ha dichiarato il presidente del Parco del Gargano, Stefano Pecorella – rappresenta un’opportunità per il nostro Gargano e per le imprese che potranno essere agevolate nel processo di defiscalizzazione e di facilitazione nel rilascio dei procedimenti autorizzativi. Ma rappresenta anche un’opportunità di sostegno agli operatori turistici che operano nel nome della legalità”. La prossima tappa sarà la convocazione della conferenza di servizi il cui termine ultimo è fissato per il prossimo 30 giugno.

L’assessore Capone si è poi trasferita al Cineporto di Foggia dove ha incontrato le imprese aderenti al Distretto produttivo Puglia Creativa dove ha illustrato le opportunità dettate dal Piano di Sviluppo 2016-2019 presentato questa mattina a Bari. Un documento che evidenzia le varie opportunità per il futuro dell’industria creativa: il piano economico è di circa 200 milioni di investimento di cui 70 dedicati alle azioni di sistema e 125 di aiuti alle imprese