Furto in appartamento a Foggia, fermati quattro stranieri in via Rovelli. Danni a una porta blindata

IMG_2806 (2)

Nella notte di ieri i carabinieri di Foggia congiuntamente a personale della polizia hanno proceduto all’arresto di quattro stranieri, ritenuti responsabili di tentato furto in abitazione e resistenza a pubblico ufficiale. L’operazione è il risultato del dispositivo di controllo del territorio nel capoluogo effettuato dalle forze dell’ordine, soprattutto nelle ore notturne, mirato alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori.

A seguito di segnalazione da parte di un cittadino, pattuglie dei carabinieri e della polizia si sono portate in via Rovelli dove era indicata la presenza di quattro persone che con fare sospetto si aggiravano in zona e in seguito si erano introdotti all’interno di un condominio. Si è subito attuato uno stringente dispositivo di cinturazione dell’area che ha consentito di intercettare due soggetti a piedi che alla vista degli agenti hanno tentato di scappare ma sono stati bloccati, nonostante i tentati di opposizione con calci e pugni.

Rintracciati anche gli altri due complici che nel frattempo si erano rannicchiati e nascosti all’interno di un’autovettura parcheggiata nelle vie limitrofe, utilizzata dai malviventi per giungere sul posto. Una volta sorpresi hanno provato a guadagnarsi la fuga con calci e pugni, ma sono stati arrestati. La perquisizione personale e veicolare ha consentito di rinvenire in loro possesso arnesi per lo scasso, chiavi, piedi di porco, guanti e torce. I quattro avevano tentato di entrare in un appartamento del condominio, danneggiando la porta blindata, senza tuttavia riuscire ad entrare.

I quattro di nazionalità georgiana e russa sono stati identificati in Levanbejanishvili classe ’79, Lasha Nikabadze classe ’81, David Maisurovi classe ’86 e Mamuka Mamporia classe ’78, tutti condotti nel carcere di Foggia.