I vertici di Mvs: “Alcun accordo con altri istituti di vigilanza. Scelti grazie a tariffe vantaggiose”

Spettabile Redazione de “L’IMMEDIATO, il sottoscritto Davide SACCINTO, in qualità di Legale Rappresentante dell’Istituto di Vigilanza “M.V.S. – Metropolitan Vigilance Security S.r.l.”, con Sede Legale in CORIANO (RN), rappresenta quanto in prosieguo:

Ai sensi delle vigenti disposizioni sulla stampa (Legge nr. 47/1948 e ss.mm.ii.) si richiede, al periodico destinatario, in persona del suo direttore responsabile, di pubblicare formale rettifica, in relazione alla notizia pubblicata in data 14/01/2016 sul predetto periodico e riportata nell’articolo intitolato “Vigilanza, il caso Foggia arriva a su Rai 3. Continua lo scontro nel mondo delle guardie giurate”, a firma di Francesco PESANTE. Segnatamente, nel predetto articolo, si rappresentava la circostanza che l’Istituto di Vigilanza “Protect S.r.l.” avrebbe ceduto alcuni contratti di vigilanza alla “M.V.S. – Metropolitan Vigilance Security S.r.l.”, ciò, è del tutto non conforme a verità, in quanto tra le precitate imprese non interveniva mai alcun accordo contrattuale. La “M.V.S. – Metropolitan Vigilance Security S.r.l.” offriva i propri servizi ad una serie di operatori economici, i quali, la ritenevano impresa praticante condizioni e tariffe maggiormente vantaggiose rispetto, a quelle offerte da altri Istituti di Vigilanza.

Si porgono distinti saluti.

Davide SACCINTO

 



In questo articolo: