Don Uva di Foggia, arrivano i primi licenziamenti. Fuori lavoratrici della mensa

L’azienda Ambrosia Technologies, gestore del servizio di vitto ai degenti ricoverati presso il Don Uva, ha fatto pervenire le lettere di licenziamento a due lavoratrici a seguito del trasferimento delle suore dell’ente presso la sede di Bisceglie. Il sindacato Usppi, attraverso i segretari Massimiliano Di Fonso e Massimo Nicastro, si è attivato chiedendo un incontro urgente al commissario Bartolomeo Cozzoli, al commissario delle suore nominato dal Vaticano, monsignor Pisanello, ed all’amministratore unico dell’Ambrosia Luciano Di Vincenzo. Della questione è stata informata la Prefettura di Foggia.

“Come già detto non possiamo permetterci ulteriori perdite di posti di lavoro nel complesso del Don Uva – commentano dal sindacato -, per giunta due donne capo-famiglia con tre e quattro figli a carico, non lo permetteremo visto che in un anno 12 unità sono state collocate in mobilità. Non possiamo più attendere – precisano -, se fra pochi giorni non ci saranno segnali da coloro che possano certamente risolvere la questione, visto che si tratta di sole due unità non esiteremo ad avviare iniziative serie pur di difendere le due lavoratrici dal licenziamento. Confidiamo nella serietà del commissario Cozzoli e nella prefettura di Foggia, affinché convochi le parti per la risoluzione della vertenza”.

 





Change privacy settings